Cronaca

Salerno, il paradosso: positivi al Covid, ma liberi di uscire

Coronavirus, liberi di uscire dalla quarantena di 21 giorni anche se si è positivi al tampone. Diverse famiglie stanno vivendo un paradosso

Coronavirus, liberi di uscire dalla quarantena di 21 giorni anche se si è positivi al tampone. Diverse famiglie stanno vivendo un vero e proprio paradosso dopo l’introduzione delle ultime indicazioni ministeriali, che non tengono conto, però, delle lungaggini nell’esecuzione dei test molecolari e dei ritardi nel monitoraggio delle condizioni di salute dei pazienti domiciliati, in molti casi ancora sintomatici o non rilevati.

Coronavirus, positivi e liberi di uscire: il paradosso

Con il test molecolare, alcune persone possono risultare comunque positive fino a due mesi di distanza anche se una persona non dovrebbe essere contagiosa. Per questo motivo, da alcune settimane, si applica una nuova regola: primo tampone di guarigione dopo 10 giorni, un nuovo test a 15 giorni dalla prima positività, se il test mostra ancora esito positivo si resta in isolamento, ma al ventunesimo giorno non occorrerà più fare il test, a meno che non ci siano ancora dei sintomi.

Per i soggetti immunodepressi, invece, sono previsti test aggiuntivi per certificare l’avvenuta guarigione. Il problema nasce nel momento in cui ci si imbatte con le lungaggini nell’esecuzione dei tamponi o con i mancati/ritardati rilevamenti delle condizioni di salute dei pazienti in quarantena.

Il caso

«Sono una paziente oncologica e sono risultata positiva al primo tampone e a quello di guarigione – racconta G.M., 45enne – Nonostante la positività, il fatto che sia immunodepressa e la circostanza comunicatagli che avrei dovuto sostenere un ciclo di controlli a breve, l’Asl mi ha inviato, al termine dei 21 giorni, il certificato di fine quarantena, consigliandomi di effettuare il test in un centro privato dopo una settimana. Per poter effettuare gli esami che dovevo fare sono stata costretta a rivolgermi a un laboratorio privato, che ha rilevato ancora la mia positività. Per questo motivo, ho dovuto rimandare i controlli. L’Asl, nonostante questo, mi ha detto che dovrò effettuare privatamente il nuovo tampone».

Fonte: Il Mattino


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button