Salerno, tuona il segretario Rispoli della Csa: «Agenti di Polizia umiliati e sviliti»

coronavirus-salerno-controlli-quarantena-locali

Lo spostamento delle pattuglie dalla Lungomare all'ingresso dell’Arena del Mare ha fatto infuriare Rispoli della Csa che lancia un appello al sindaco

«I nostri uomini umiliati e il loro lavoro svilito» è questa la denuncia della Csa, che vede gli Agenti della Municipale dirottati dai viali del Lungomare all’Arena del Mare. Si tratta di una situazione che si è venuta a creare nell’ultimo fine settimana lungo il litorale salernitano, per via delle recenti disposizioni in materia di sicurezza.

L’allarme Csa

«Gli agenti della municipale non possono essere spostati da una parte all’altra senza criterio. Il comando di Salerno è incapace di gestire la situazione, si informi l’amministrazione o il nostro personale rischia grosso». È questo l’allarme proveniente dall Csa, che denuncia senza mezzi termini l’intero caso per conto del segretario Angelo Rispoli.

Quello che proprio non va giù è lo spostamento delle pattuglie dai viali del Lungomare all’ingresso dell’Arena del Mare. «I nostri agenti nel sotto-piazza sono stati esposti alla pubblica derisione – dichiara il segretario Angelo Rispoli – Abbiamo problemi d’immagine e il lavoro dei colleghi viene svilito. Ma il problema è che al mattino presidiamo i viali quando non c’è vendita abusiva, mentre la sera, quando il controllo dovrebbe essere potenziato, veniamo spostati. Di questo passo sarà a repentaglio la nostra sicurezza».

L’appello al sindaco Napoli

In ultimo Rispoli lancia un appello al primo cittadino di Salerno, Vincenzo Napoli: «Intervenga insieme all’assessore al ramo, si faccia un comitato per l’ordine e la sicurezza per decidere come affrontare l’emergenza. Riteniamo opportuno che la Municipale venga tolta dal Lungomare e svolga un servizio di viabilità, anche perché a Salerno, dopo le 20, non siamo neanche in grado di sbloccare un posto occupato a un povero invalido».

TAG