Cronaca

Salerno: "Uniti per Chicca" raccoglie firme contro l'orco

SALERNO. Domani sarà passato esattamente un mese dalla morte di Chicca, la cagnolina uccisa brutalmente dal suo padrone il 15 febbraio scorso nel quartiere Pastena di Salerno. Il comitato formatosi in seguito alla tragica scomparsa del cane, “Uniti per Chicca”,  ha quindi deciso di scendere in strada, davanti alle scuole, per smuovere la coscienza dei bambini ed educarli all’empatia verso il prossimo.

«I rappresentanti del comitato spontaneo “Uniti per Chicca”, all’uscita della scuola, chiederanno ai bambini ed ai loro genitori di affiggere su una grande tela tanti cuori rosa in ricordo di Chicca, con lo scopo ben preciso di contribuire a trasmettere ai più piccoli il valore dell’empatia e del rispetto nei confronti degli animali, ovvero dei soggetti più deboli della società» hanno dichiarato in un comunicato stampa.

Non solo, ma verranno raccolte diverse firme da presentare al Procuratore capo ed al Presidente del Tribunale di Salerno, con lo scopo di far applicare il massimo della pena prevista a colui che, quel 15 febbraio, tolse brutalmente la vita a Chicca. Nonostante le scuse pubblicate sui social network i membri del comitato non perdonano Antonio Fuoco, pluripregiudicato salernitano, aguzzino del povero cane.

«Promuoveremo la sottoscrizione di una lettera aperta indirizzata al Procuratore capo ed al Presidente del Tribunale di Salerno – hanno dichiarato i membri di “Uniti per Chicca” – affinché al responsabile venga applicato il massimo della pena prevista, ovvero la reclusione fino a due anni, sebbene la legislazione italiana, finora, abbia purtroppo sempre risposto con pene a dir poco esigue. La lettera aperta verrà poi portata, venerdì 17 marzo, presso la pizzeria Pizza&Pizza di lungomare Marconi, in una serata di beneficenza per i randagi del Cilento nata dalla pagina Facebook “Sei Vegano Se”, in cui la cucina del ristorante LuNa Vegana si fonderà con la professionalità di chi ospita l’iniziativa. Sabato 18 marzo si terrà, invece, un banchetto in piazza Caduti Civili di Brescia per l’intera giornata. Queste saranno le prime date di una raccolta firme che vedrà la consegna presso il Tribunale di Salerno il prossimo 27 Aprile».

Articoli correlati

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button