A Simonetta Lamberti: poesia di Fabio Strinati

Rendere omaggio a Simonetta Lamberti tramite umili versi di poesia è un qualcosa che va oltre la poesia stessa. Penso alla sua giovinezza. A quel suo viso innocente, ricco di luce e di freschezza. Una vita spezzata a causa di una vita ingiusta che si è nutrita della morte troppo in fretta.

Rendere omaggio a Simonetta Lamberti tramite umili versi di poesia è un qualcosa che va oltre la poesia stessa. Penso alla sua giovinezza. A quel suo viso innocente, ricco di luce e di freschezza. Una vita spezzata a causa di una vita ingiusta che si è nutrita della morte troppo in fretta. Un vento di tramontana improvviso proprio nel mezzo dell’ estate, che ha voluto strappare un fiore con veemenza forse, senza nemmeno rendersene conto…

A SIMONETTA LAMBERTI ( per te, un fiore eterno )

Dopo aver trascorso innamorata della vita…

un frammento di mare aperto

che ti ha accolto col suo sereno cuore,

fra nuvole che passano leggiadre in volto

i tuoi occhi smisurati di bambina, tra gli infiniti

odori innocenti e i venti siderali…,

un’onda anomala, una freccia conficcata

nella giovinezza dell’estate

che selvaggia, s’è piantata nel vento

sparpagliandolo nel vuoto

fino a farlo lacrimare!

“ Oggi, c’è un fiore eterno

che profuma ancora di quel mare; un prato nel cielo,

col tuo viso di farfalla che volteggia immensa

fra colonne bianche,

è la tua luce australe “.


di Fabio Strinati


TAG