Cronaca

Stefano Cerullo è morto dopo una lunga malattia

Stefano Cerullo è morto dopo una lunga malattia: Titolare della polenteria Be Happy da 12 anni combatteva contro un tumore

Stefano Cerullo è morto dopo una lunga malattia: Titolare della polenteria Be Happy da 12 anni combatteva contro un tumore. Tanti i messaggi di cordoglio.

 

 

 

Stefano Cerullo è morto dopo una lunga malattia

Si è spento, dopo una lunga malattia, Stefano Cerullo 38 anni. Titolare della polenteria Be Happy ed ex dirigente del Videoton Crema da 12 anni combatteva contro un tumore. La malattia però non gli ha impedito di aprire, con l’amico di una vita Fabio Verdelli, il locale in via Crispi. Qualche anno fa gli amici più stretti si erano mobilitati per una raccolta fondi per far sì che Stefano potesse recarsi a Houston, in Texas, per una cura sperimentale. Anche il sindaco,Stefania Bonaldi aveva diffuso un appello per le donazioni. Nel giro di un paio di settimane la cifra era stata raccolta e Stefano ha guadagnato altri anni nei quali sperare.

 

 

 

I messaggi di cordoglio

Migliaia i messaggi di cordoglio sulla sua pagina Facebook, di amici vicini e lontani. Tutti lo ricordano come un leone, un guerriero, che ha lottato fino alla fine. Nell’ultimo post pubblicato, Stefano sognava ancora di farcela, di diventare papà, di girare l’Europa con gli ultras della Dea.

 

 

Le ultime parole

“Ormai sono due mesi che entro ed esco dagli ospedali, è diventata purtroppo una routine e le cose non prendono il verso tanto atteso e anche oggi mi ritrovo a Brescia per una nuova operazione. Mi permetto di dare un consiglio a chiunque , perché l’unica cosa che fai perfettamente nei letti di ospedale è pensare. Qualsiasi problema che NON sia di salute per voi o i vostri cari, affrontatelo nel modo giusto, dategli sempre il peso che merita, tutto si risolve. Anche se spesso perdo le speranze, continuo a sognare di diventare papà, tornare dietro il bancone dei miei locali e girare Italia e Europa a fianco dei nero-blu. Un abbraccio a tutti”. Lascia mamma Adriana, papà Vito e la moglie Veronica. E a centinaia di amici lascia un esempio di forza straordinaria e amore per la vita. Le numerose operazioni chirurgiche non gli hanno impedito di sposare la sua amata Veronica, né di seguire le imprese dell’Atalanta che, nel cuore di Stefano, occupava il posto accanto alla Fidelis San Carlo, della quale è stato dirigente.

 

 

Da Salerno il messaggio di dolore per Stefano

Anche da Salerno messaggi di cordoglio per Stefano. E’ la pagina Fans Shop a ricordarlo: “Saranno passati oltre 20 anni da quando ti abbiamo conosciuto qui al Fan’s. Eravamo dei ragazzi. Poi ti abbiamo visto da lontano diventare uomo e poi marito e poi combattere contro un mostro che alla fine ha avuto la meglio nonostante tu lo abbia combattuto per anni con coraggio e tenacia. Sei passato a trovarci l’ultima volta l’estate scorsa, mai avremmo voluto fosse stata davvero l’ultima. Vogliamo ricordarti con il tuo ultimo post, riposa in pace caro amico, ultras vero”.

Articoli correlati

Back to top button