Cronaca

Salerno, striscione contro la Lega: due persone indagate

Spuntano due persone sono indagate dalla Procura di Salerno per aver affisso, su un balcone situato nel pressi di Piazza Portanova, lo striscione “Questa lega è una vergogna”in occasione del comizio di Matteo Salvini a Salerno.

Striscione contro la Lega: due persone indagate

In una nota, la deputata del Partito Democratico Giuditta Pina ha rivelato che due persone sono indagate sull’episodio dello striscione anti-Lega a Salerno.

La Pini parte dal caso Salerno: “Lo striscione – ricorda –  citava una canzone di Pino Daniele e farlo rimuovere è parso talmente assurdo che il giorno dopo a Brembate, dall’altra parte della Penisola, ne è comparso subito un altro. Questa volta rimosso dai pompieri”. Da lì in poi gli striscioni sono comparsi ovunque: anagrammati, con Zorro ad esporli, ironici o con richieste sui 49 milioni. “Ma oggi veniamo a sapere che le due persone che hanno appeso quel primo striscione a Salerno sono state denunciate e c’è un procedimento a loro carico. Non bastava la rimozione, rischiano il processo. Il reato? Turbativa di riunione di propaganda, da uno a tre anni di reclusione e una multa fino a 1549 euro. Avevano pienamente ragione. Questa Lega è una vergogna” conclude la parlamentare democratica.

Articoli correlati

Back to top button