Cronaca

Suicidio a Scafati, 40enne trovato morto con le fascette al collo

Suicidio a Scafati: nella mattinata di ieri, 8 agosto, un 40enne si è lasciato morire dopo essersi stretto delle fascette di plastiche attorno al collo. La tragedia si è consumata nel soggiorno di un appartamento di via Budi. La vittima era affetta da tempo da problemi psichici e prima di compiere il folle gesto ha scritto un biglietto alla madre, con la quale viveva, chiedendole scusa e ricordandole quanto le volesse bene.

Suicidio a Scafati

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto era già troppo tardi. I militari della tenenza di via Oberdan, per introdursi nell’appartamento, hanno dovuto sfondare la porta di ingresso. Il 40enne l’aveva chiusa con un lucchetto dall’interno proprio per impedire a qualcuno di entrare. L’uomo  aveva anche chiuso a chiave la porta che separa la zona notte dalla zona giorno per paura che sua madre, che dormiva in camera da letto, avrebbe potuto svegliarsi e cercarlo.

È stata proprio la donna ad allertare i soccorsiquando ha trovato chiusa a chiave la porta del soggiorno.

I funerali

Stamattina, alle 11.30, si svolgeranno i funerali nella chiesa di Santa Maria delle Vergini, in piazza Vittorio Veneto.

Articoli correlati

Back to top button