Cronaca

Truffa da 30mila euro a Cava de’ Tirreni: arrestati due napoletani

I due avevano inscenato la ormai classica truffa del finto incidente ma sono stati scoperti

Truffa da 30mila euro ai danni di una famiglia di Cava de’ Tirreni, arrestati dai Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore due napoletani di 53 e 26 anni. I due avevano inscenato la ormai classica truffa del finto incidente ma sono stati scoperti.

Truffa a Cava de’ Tirreni: arrestati due napoletani dai Carabinieri

Il raggiro è stato scoperto dai carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore che, in collaborazione con i militari della Tenenza di Cava de’ Tirreni, li hanno arrestati nella quasi flagranza del reato. I due dovranno rispondere di truffa aggravata in concorso. Il fatto è avvenuto la sera del 9 settembre: la vittima, momentaneamente sola in casa, era stata contattata telefonicamente da una persona che, spacciandosi per maresciallo dei carabinieri, l’aveva indotta a credere che il marito e il loro figlio diversamente abile, fossero rimasti coinvolti in un contenzioso legale, scaturito da un sinistro stradale.

Un incidente in realtà mai avvenuto e per il quale il finto carabiniere chiedeva il versamento di un’ingente somma di denaro. Circa 30.000 euro in contanti – frutto di risparmi accantonati in casa nel corso degli anni – sono stati prelevati dal più giovane dei due arrestati che si è finto avvocato.

La segnalazione

Provvidenziale, per l’arresto dei truffatori, la segnalazione lanciata dalla vittima una volta accortasi di essere stata frodata: grazie al capillare impiego di pattuglie in uniforme e in abiti civili, è stato possibile individuare gli autori e bloccarli mentre tentavano di raggiungere Napoli. I militari effettueranno altre indagini per verificare l’eventuale responsabilità dei due napoletani in altre truffe. I due arrestati, in attesa dell’udienza di convalida, si trovano ai domiciliari.

Articoli correlati

Back to top button