PoliticaSpeciale elezioni

Amministrative, ecco il programma di Marco Senatore

CAVA DE’ TIRRENI. “Programmare con largo anticipo le attività di promozione turistica e commerciale, così come quelle culturali, dello spettacolo e del folklore, e non invece all’ultimo momento con frettolosità e approssimazione, ma anche con sprechi ed inefficienze. La buona amministrazione vuol dire soprattutto programmare per tempo e con avvedutezza”. Così l’avvocato Marco Senatore, candidato sindaco delle liste Cava Sicura e Libera e Cava Città Unita.

Senatore rende noto che nel suo programma da portare avanti per risollevare le sorti della città viene posta particolare attenzione alle attività legate alla promozione del commercio e del turismo e che un ruolo importante e decisivo ha la programmazione annuale delle stesse.

“Nella mia esperienza maturata in questi anni di amministratore comunale –spiega il candidato sindaco – ho constatato come l’attività amministrativa sia troppo spesso caratterizzata dall’improvvisazione e dai ritardi. Questo pregiudica non solo la qualità delle iniziative messe in campo, ma comporta anche sprechi e lievitazione dei costi. Non è un caso, inoltre, constatare che per nessuna iniziativa di promozione, sia essa commerciale o turistica o culturale, vi sia un piano di comunicazione oppure, quando c’è, lo stesso viene realizzato in fretta e furia e alla meglio, con risultati, purtroppo, sempre scadenti”.

“É necessario –incalza Senatore- avere invece un preciso calendario delle iniziative, che va concordato e pianificato con le associazioni, gli altri enti e le istituzioni scolastiche del territorio, in modo da attivarsi con largo anticipo per la loro concreta realizzazione. Questo, ovviamente, vuol dire anche avere perfetta conoscenza di quali siano, per ciascuna attività, le risorse finanziarie disponibili”.

“Ad esempio –conclude- per la preparazione del programma delle iniziative per il periodo di Natale occorre già attivarsi a luglio, quando cioè è in pieno svolgimento il programma delle attività estive. Ciò per disporre del tempo necessario non solo per esaltare al meglio le sinergie fra le varie realtà del territorio, ma anche per svolgere le varie ricerche di mercato per approvvigionarsi dei vari beni strumentali e servizi a costi più contenuti a parità di qualità. Questo significa buona amministrazione e efficienza, il contrario di quanto, quasi sempre, è avvenuto finora”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button