Cronaca

Barbiere aggredito a Giffoni, la ricostruzione dei fatti

Barbiere aggredito dal padre dell'ex: la ricostruzione. Il figlio lo ha raggiunto solo al termine della lite

Emergono dettagli sulla vicenda di Giffoni Valle Piana dove lo scorso 22 ottobre un barbiere sarebbe stato aggredito dal padre dell’ex convivente. L’aggressione si sarebbe consumata nella mattinata di sabato 22 ottobre, in una barberia di via Andria.



Giffoni, barbiere aggredito dal padre dell’ex

Il titolare dell’esercizio commerciale sarebbe stato aggredito con un bastone e colpito con pugni e calci. Soccorso e accompagnato all’ospedale di Salerno, al malcapitato sono state medicate le ferite alla testa e al volto e gli è stato diagnosticato il trauma cranico, con una prognosi di quindici giorni.

Nel pomeriggio di , sabato 22 ottobre, i carabinieri della locale stazione e quelli della compagnia di Battipaglia hanno ricostruito l’episodio individuando l’aggressore. Si tratta di un uomo di 54 anni, di Giffoni Valle Piana. Deve rispondere dell’accusa di lesioni aggravate. L’uomo è stato tratto in arresto. Il figlio della compagna non era con lui: lo ha raggiunto solo successivamente, perché richiamato dalla folla che sostava all’ingresso dell’attività, senza alcuna volontà di far del male a qualcuno. Anzi, sarebbe stato aggredito a sua volta dal barbiere, mentre il padre della ragazza si era già recato volontariamente dai carabinieri dopo quanto avvenuto.

La ricostruzione

Raggiunta la barberia, il padre dell’ex convivente avrebbe colpito l’uomo con un bastone al volo ed alla testa. Poi, con il figlio, si sono scagliati contro il barbiere e lo hanno colpito con pugni e calci. Il malcapitato ha chiesto aiuto ed i passanti hanno allertato le forze dell’ordine e i soccorritori.

I carabinieri sono intervenuti immediatamente mentre il ferito è stato trasportato in ospedale. Contrariamente a quanto ricostruito inizialmente, l’aggressione non è scattata in seguito alla fine della relazione tra la figlia dell’uomo ed il barbiere, ormai lasciatisi più di due anni fa.

Articoli correlati

Back to top button