Politica

Battipaglia, pulizia dei palazzetti sportivi: affidati i primi interventi

BATTIPAGLIA. Il Pala Schiavo sarà pulito dall’azienda Romeo Gestioni spa, per il Pala Puglisi si dovrà attendere l’espletamento del bando di gara. Il Comune di Battipaglia, tornato recentemente in possesso degli immobili comunali affidati negli anni scorsi in gestione a varie associazioni sportive, sta lavorando per ripulire le strutture e renderle fruibili ai nuovi richiedenti. Per la cifra di quasi 1.300 euro (Iva compresa), è stato affidato alla ditta Romeo Gestioni spa – che per anni ha mantenuto lo stesso appalto per il municipio – il servizio di pulizia del Pala Schiavo di via Rosa Jemma. Denaro necessario esclusivamente per ripulire l’edificio appena consegnato all’ente, mentre sarà necessario seguire l’iter della normale gara d’appalto per individuare la società a cui affidare il servizio di manutenzione ordinaria (e anche di pulizia) del Pala Schiavo e del Pala Puglisi.

Una risposta dell’amministrazione alle recenti critiche per lo stato di degrado in cui versano le strutture comunali. I palazzetti dello sport, in particolare il Pala Schiavo di via Rosa Jemma e il Pala Puglisi del rione Belvedere, sono rientrati al patrimonio del Comune dopo una lunga battaglia giudiziaria e burocratica tra l’ente e i vecchi gestori. Oltre ai canoni non versati dai concessionari, l’amministrazione si è trovata di fronte a passività che riguardano le utenze e alla necessità di organizzare i servizi essenziali all’interno delle strutture, come la pulizia. La volontà dell’amministrazione di non sospendere le attività sportive ha creato ulteriori difficoltà burocratiche e organizzative.

Pochi giorni fa, la sindaca Cecilia Francese aveva affermato che «per la pulizia del Pala Schiavo e del Pala Puglisi stiamo attendendo il preventivo di una società di pulizie e si dovrebbe risolvere nel giro di qualche giorno. Per ora, i custodi puliscono sia le tribune, sia i bagni. Abbiamo cercato di sopperire in ogni modo a una gestione scellerata e non abbiamo mai pensato di chiudere i palazzetti. Questa amministrazione ha fatto davvero un grande sforzo per permettere lo svolgimento dell’attività agonistica e non».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button