Curiosità

Bianca, rossa o nera: il mito della magia continua ad affascinare

Un mondo che affascina, attira ma al contempo incute anche un certo timore, da sempre. Si parla di magia, un qualcosa che esiste e che viene praticato da molti popoli fin dalla notte dei tempi, al punto che diventa anche complesso tracciarne le origini.

Di certi bisognerebbe risalire ad antichi riti religiosi, ad un periodo ancestrale nel quale certe credenze erano accettate e determinati riti all’ordine del giorno. Il concetto diventa totalmente differente se lo si va a rapportare alla stretta attualità: oggi ilo mondo della magia è visto spessi con sospetto, anche in modo comprensibile visti alcuni aspetti che vi ruotano attorno.

Da specificare subito che non si tratta di un qualcosa che rivesta i crismi della scienza, niente di ufficiale quindi ma una sorta di fede, senza voler mettere in mezzo al religione. Chi si affida alla magia lo fa quindi perchè crede, ha fede in un qualcosa che non è scientificamente provato e non poggia su alcuna base solida.

Le diverse tipologie di magia

Interessante è approfondire il discorso legato alle differenti tipologie di magia che esistono. Basandoci su quando riportato dal sito del Medium Athos, la magia può essere fondamentalmente di tre diverse tipologie: bianca, rossa o nera. Vediamo brevemente ciascuna caratteristica:

  • Magia bianca: spesso indicata come magia buona, si basa soprattutto su rituali, formule magiche ed incantesimi la cui finalità sia quella di allontanare elementi negativi. Nell’immaginario collettivo si potrebbe parlare di malocchio da dover scacciare, se si è convinti di essere vittime di negatività. In questi casi si tende a ricorrere alla magia bianca facendo leva su riti purificatori utili ad allontanare, sempre secondo chi crede, il maligno.
  • Magia rossa: una disciplina che fa ricorso a riti specifici per riportare a casa una persona amata, per rafforzare un rapporto di coppia, per prevenire eventuali rotture con il proprio partner. In sostanza tutto quello che abbia a che fare con relazioni affettive, d’amore, con la sessualità, con il rapporto di coppia in genere. C’è chi la pratica persino per mettere in moto energie che dovrebbero (il condizionale ovviamente è d’obbligo) suscitare innamoramento da parte di una persona desiderata, che non corrisponde l’interesse.
  • Magia nera: e veniamo al tema più scottante, come già il nome suggerisce. La magia nera. Si parla della tipologia più pericolosa di magia, quella che in teoria viene bandita in quanto viene utilizzata per colpire e danneggiare qualcuno, anche in modo piuttosto grave. Una procedura non positiva che si basa sul concetto di far del male ad altri: le tipologie di magia nera più note sono la fattura ed il malocchio.

Un mondo sempre più richiesto quello dei maghi, a differenza di quanto si possa pensare sono tanti coloro i quali si rivolgono a figure di questo genere per cercare di migliorare la propria condizione. Ovviamente sempre tenendo conto che non si tratta di nulla di scientifico, ma che ci vuole tanta fede per credere a questi temi.

Articoli correlati

Back to top button