Bimbo di Eboli in shock settico all’ospedale di Polla: è grave

nascita-curto-polla-coppia-vietri-potenza

Un bimbo di soli 45 giorni è arrivato quest'oggi all'ospedale di Polla in shock settico: un delicato caso per l'èquipe di Pediatria del “Luigi Curto”

Un bimbo di soli 45 giorni è arrivato quest’oggi all’ospedale di Polla in shock settico: un delicato caso per l’èquipe di Pediatria del “Luigi Curto”. Il piccolo è grave.

Bimbo in shock settico all’ospedale di Polla

Il piccolo di Eboli è giunto in condizioni disperate in shock settico. Il bambino aveva una temperatura corporea di 34 gradi circa e versava in una grave condizione di ipotermia.

Immediato l’intervento del dottore Salvatore Guercio Nuzio supportato dai rianimatori Luigi De Angelis e Luisa Spinelli e dall’intera èquipe di Pediatria diretta dal dottore Teodoro Stoduto.

Non essendo più neonato perché ha superato i trenta giorni di vita – spiega Guercio Nuzio – abbiamo dovuto trovare il modo di trasferirlo perché il Servizio Prenatale non poteva riceverlo e non abbiamo un’ambulanza rianimatoria per poter trasferire un bambino del genere. Ho dovuto chiedere in modo rigoroso il Servizio Trasporto Emergenza Neonatale nonostante non fosse un neonato perché era l’ultima opportunità di vita per il piccolo”.

“si è impegnata fortemente per tenere in vita il piccolo. Sempre pronti, in qualsiasi condizione”.

Il bimbo, in condizioni molto gravi,  è stato trasferito in un centro a Battipaglia.

“Lo shock settico è dovuto a un’infezione – spiega il pediatra –  che non è detto che si manifesti con la febbre. Il bimbo, inoltre, aveva un’instabilità assoluta dei parametri vitali”.

Spero che questa storia abbia un buon fine– conclude il dottore – attendiamo il responso del bollettino medico nella giornata di domani”.

TAG