Cronaca

Capaccio Paestum, il lido di Squecco deve chiudere: la decisione dei giudici

Il “Lido Kennedy srl” di Capaccio Paestum e appartenente a Roberto Squecco deve chiudere: questa la decisione dei giudici.

Il lido di Squecco deve chiudere

Il presidente della terza sezione del Consiglio di Stato ha stabilito che il lido di Roberto Squecco, sito a Capaccio Paestum, deve chiudere.

«Pur dichiarando di essere separati consensualmente e di avere residenze separate, Roberto Squecco e la moglie Stefania Nobili hanno entrambi domicilio a Capaccio Paestum e mantengono evidenti rapporti familiari e di interesse». È quanto stabilito in merita all’istanza cautelare (respinta) legata al “Lido Kennedy srl”.

Per ora resta tutto invariato per quanto riguarda l’interdittiva antimafia e restato al loro posto anche le revoche disposte dal responsabile dell’Ufficio Demanio Marittimo del Comune di Capaccio, che, in virtù di quel provvedimento prefettizio, aveva passato un colpo di spugna sulla concessione demaniale marittima, sulla licenza commerciale per l’apertura e l’esercizio dello stabilimento e sull’autorizzazione abilitativa.

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto