Capaccio Paestum, il lido di Squecco deve chiudere: la decisione dei giudici

lido

Il "Lido Kennedy srl" di Capaccio Paestum e appartenente a Roberto Squecco deve chiudere: questa la decisione dei giudici

Il “Lido Kennedy srl” di Capaccio Paestum e appartenente a Roberto Squecco deve chiudere: questa la decisione dei giudici.

Il lido di Squecco deve chiudere

Il presidente della terza sezione del Consiglio di Stato ha stabilito che il lido di Roberto Squecco, sito a Capaccio Paestum, deve chiudere.

«Pur dichiarando di essere separati consensualmente e di avere residenze separate, Roberto Squecco e la moglie Stefania Nobili hanno entrambi domicilio a Capaccio Paestum e mantengono evidenti rapporti familiari e di interesse». È quanto stabilito in merita all’istanza cautelare (respinta) legata al “Lido Kennedy srl”.

Per ora resta tutto invariato per quanto riguarda l’interdittiva antimafia e restato al loro posto anche le revoche disposte dal responsabile dell’Ufficio Demanio Marittimo del Comune di Capaccio, che, in virtù di quel provvedimento prefettizio, aveva passato un colpo di spugna sulla concessione demaniale marittima, sulla licenza commerciale per l’apertura e l’esercizio dello stabilimento e sull’autorizzazione abilitativa.

 

TAG