Cronaca

Cava, chiama i soccorsi ma arrivano in ritardo. Colpa dei numeri civici sbagliati

CAVA DE’ TIRRENI. Chiama i soccorsi ma arrivano in ritardo. Colpa dei numeri civici sbagliati. È accaduto nei giorni scorsi in via Prezzolini, nel quartiere Gescal di Cava de’ Tirreni. Fortunatamente il ritardo non è stato fatale per i due anziani che hanno chiamato i soccorsi. La notizia è riportata da il Mattino.

A denunciare il problema sono stati gli stessi soccorritori, che da tempo sono costretti a convivere con la mancanza di numeri civici o addirittura la discrepanza sulle cifre, indicate sulle mappe e quelli reali affissi in strada.

Il rione maggiormente interessato da questo fenomeno è la Gescal dove, specie nelle piccole traversine ed incroci o nei portoni che si trovano all’interno, non ci sono i numeri civici.

Cava, chiama i soccorsi ma arrivano in ritardo. Colpa dei numeri civici sbagliati

Gli ultimi disagi risalgono a qualche giorno fa quando una coppia di anziani, soli in casa e con difficoltà a deambulare, hanno chiamato il 118 per un malore. A telefono hanno dato come indicazione via Prezzolini, ma gli operatori del 118 hanno impiegato molto più tempo rispetto a quello previsto per trovare l’abitazione.

Il portone per arrivare all’appartamento, dove abita la coppia, non si trova sulla strada, ma all’interno.

«La coppia non poteva scendere in strada raccontano i soccorritori purtroppo noi non riuscivamo a trovare il numero civico e siamo scesi dall’ambulanza per ben tre volte a vuoto. Per fortuna non si trattava di un codice rosso, ma giallo e quindi il ritardo accumulato non è stato fatale per la signora che aveva accusato un malore». È da tempo che i soccorritori del 118 hanno segnalato questo disagio.


Fonte: il mattino

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button