Cavese: Focus sull’ultimo acquisto del calciomercato Domenico Germinale

cavese-pari-picerno-esordio-campionato

Domenico Germinale è stato l’ultimo acquisto in casa Cavese che la società metelliana ha voluto mettere a dispozione del mister Francesco Moriero

Domenico Germinale è stato l’ultimo acquisto in casa Cavese che la società metelliana ha voluto mettere a dispozione del mister Francesco Moriero.

Cavese: Focus sull’ultimo acquisto del calciomercato

Dopo la conferma con lo spagnolo Miguel Sainz-Maza , che nei prossimi giorni ci sarà un ulteriore incontro per il prolungamento del contratto in scadenza nel 2020, è arrivato dal Pordenone l’attaccante Germinale che va a prendere il posto lasciato da Ferdinando Sforzini, per lui esperienza lampo quella nellla città dei portci. Domenico Germinale è nato il 3 Giugno 1987 a Treviso; è un attaccante alto 183 cm per 80 kg. Inizia la sua carriera nel Silea Calcio nel 1994, viene prima prelevato dal Treviso nel 1997, e successivamente dall’Inter che lo inserisce nelle sue giovanili nel 2001. Nel 2006 vince il Viareggio e, dopo essersi allenato stabilmente con la prima squadra, guidata all’epoca dall’attuale allenatore della Nazionale italiana Roberto Mancini. Esordisce in Serie A, sostituendo Pierre Womè il 14 Maggio 2006 al Sant’Elia , Cagliari-Inter 2-2 (altra curiosità fu l’esordio tra i professionisti anche di Leonardo Bonucci ). Nell’estate 2006 inizia un giro di prestiti prima al Pizzighettone in C1: nel gennaio 2007 passa alla Torres in C2, nel 2007/2008 passa di nuova in prestito al Cittadella in C1, chiudendo la stagione con 2 gol messi a segno in 8 gare ed una promozione in Serie B ottenuta attraverso i playoff vinti contro la Cremonese. L’anno successivo si svincola e firma per il Foggia in C1 e mette a segno 9 gol in 23 gare. Il 31 agosto 2009, Germinale si è trasfferisce a Benevento sempre C1, dove firma un contratto triennale. L’esperienza sannita è intervallata da due prestiti 31 gennaio 2011 prima al Como in C1 (13 partenze e 5 gol)e il 31 agosto 2011 all’AlbinoLeffe in serie B(unica stagione in cadetteria), dove gioca 22 partite segnando 3 reti. Tornato a Benevento per la stagione 2012-2013 Lega Pro Prima Divisione , dove ha segnato 5 volte in 21 presenze. Ha poi militato nel Catanzaro, ha anche segnato una contro l’ex squadra Benevento nei playoff di promozione, perdendo 1–2. Nel 2014/2015 si trasferisce alla SPAL, mettendo a segno 5 reti in 18 partite; nel gennaio 2015 viene scambiato con Andrea Pappaianni dell’Alessandria. Nella stagione 2015-16 passa al Bassano Virtus dove ha messo a segno 4 reti in 11 partite, prima di infortunarsi contro il Cittadella: rottura del legamento crociato anteriore che lo costringe ad un lungo stop. L’anno successivo approda al Padova sempre in C1,ma nel Gennaio del 2017 si trasferisce al Fano, dove in un anno e mezzo colleziona 48 partite segnando 14 gol. Nell’ultima stagione Germinale ha contribuito alla vittoria di campionato e Supercoppa di serie C vestendo la maglia del Pordenone in 24 gare (3 le reti). In estate erano tante le squadre che volevano prendere Germinale, l’Avellino, ma anche l’ambizioso Palermo che riparte dalla D. Il calciatore trevigiano ha firmato un contratto biennale e vestirà la maglia numero 18 lasciata da Flores Heatley accasatosi al FC Arzignano Valchiampo . Germinale si è messo subito al lavoro con il gruppo per preparare al meglio la partita contro la Vibonese allenata dall’ex Giacomo Modica.

TAG