Commissariato di Polizia ad Agropoli, Coppola: “Già indicate due sedi”

droga-nocera-inferiore-casa-hashish-marijuana

Commissariato di Polizia ad Agropoli. Il sindaco Coppola: «già indicate in principio due potenziali sedi». Ecco tutti i dettagli

Commissariato di Polizia ad Agropoli. Il sindaco Coppola: «già indicate in principio due potenziali sedi».

Commissariato polizia Agropoli

Apprendiamo dal senatore Franco Castiello che il sottosegretario al Ministero dell’Interno, Carlo Sibilia, avrebbe comunicato nei giorni scorsi che la decisione di aprire ad Agropoli il commissariato di Polizia di Stato troverebbe un ostacolo nella indisponibilità di locali idonei ad ospitarlo.

La sede della scuola “Mozzillo” non è stata ritenuta idonea in quanto esposta a rischio di dissesto idrogeologico e perciò ritenuto inidoneo dal Ministero dell’Interno. “Occorrerà trovare una sede alternativa, più adatta alla funzionalità della struttura. Dopodichè la decisione di apertura del Commissariato non tarderà”. Queste le assicurazioni del sottosegretario Sibilia. In merito alla vicenda interviene il sindaco del Comune di Agropoli, Adamo Coppola: «sulla delibera che la giunta municipale fece il 4 aprile scorso, all’epoca di esprimere la disponibilità di ospitare il commissariato di Polizia di Stato ad Agropoli, furono indicate già due sedi. La scuola “Mozzillo”, sita in piazza in Piazza Mediterraneo e la sede della Croce Rossa, in viale Lombardia. Quindi la sede alternativa già fu indicata ed è al vaglio del Ministero. Inoltre – precisa – noi presenteremo al Ministero le controdeduzioni relative alla bocciatura della “Mozzillo”. Alcuni lavori che sono stati operati negli anni sul fiume e quindi nelle adiacenze dell’Istituto, ne hanno mitigato il rischio idrogeologico. La sede è quindi pienamente idonea». Il primo cittadino sottolinea infine: «all’atto del sopralluogo avvenuto nei mesi scorsi, con rappresentanti del Ministero e della Questura, furono mostrati una serie di altri immobili comunali da poter adibire a sede del commissariato. Attendiamo quindi con grande attenzione i riscontri del Ministero affinché si possa procedere celermente all’attivazione dell’importante presidio di sicurezza».

TAG