Coronavirus, boom di guariti nel Salernitano: i numeri

coronavirus salerno tamponi pazienti

Coronavirus, continua il boom dei guariti, che sorpassano i positivi nel Salernitano. Le persone non più positive sono attualmente 317

Coronavirus, continua il boom dei guariti, che sorpassano i positivi nel Salernitano. Dall’ultimo report dell’Asl, aggiornato all’8 maggio, risulta che le persone non più positive sono attualmente 317, contro i 287 ancora alle prese col covid-19.

Coronavirus, aumentano i guariti nel Salernitano

Dopo due mesi, giunge finalmente anche il sorpasso dei guariti che in provincia, infatti, sono attualmente 317, trenta in più rispetto ai positivi (287). Uno scatto dirompente, che ha permesso in appena 24 ore di capovolgere i numeri del giorno precedente, quando le persone clinicamente uscite dall’incubo erano 289 (+65 rispetto a 3 giorni prima), a fronte di 314 in isolamento domiciliare e nei reparti ospedalieri. Come se non bastasse, poi, buone indicazioni giungono anche dai nosocomi della provincia.

I numeri

Complessivamente, risultavano due salernitani al Cotugno di Napoli, 1 al Moscati di Avellino, 12 al Ruggi, 2 all’azienda ospedaliera San Carlo di Potenza, 30 al Campolongo hospital di Eboli, 1 alla casa di cura Santa Maria del Pozzo, 1 alla Federico II, 1 all’ospedale di Ariano Irpino, 6 al Da Procida, 2 all’ospedale di Eboli, 1 all’ospedale di Maddaloni, 2 in quello di Polla, 11 a Scafati e 2 nel nosocomio di Vallo della Lucania. A consolidare queste buone indicazioni emerse basta rapportarli con la stabile incidenza dei contagi intorno allo 0 per cento.

Negli ultimi 10 giorni, infatti, si sono registrati appena 3 tamponi positivi. Più in generale, è dal 22 aprile che la percentuale dei nuovi casi, rispetto ai test effettuati nello stesso giorno, non supera l’1 per cento. A questi numeri va aggiunto che il 4 maggio scorso i guariti erano già 131 in più rispetto al 20 aprile scorso, mentre i pazienti in rianimazione erano 2. In calo anche le persone in degenza nei reparti dedicati, che erano 79 e quelli con sintomi lievi in isolamento domiciliare (26). Erano 270, invece, gli asintomatici e 61 i deceduti. Un buon punto di partenza per il proseguo della fase 2.

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG