Coronavirus ad Eboli: si azzerano i casi di quarantena obbligatoria

coronavirus-eboli-notizie-oggi-7-giugno

"Buone notizie. Nessun cittadino di Eboli è affetto da virus coronavirus e si azzerano i casi di quarantena obbligatoria". Lo scrive Massimo Cariello

“Buone notizie. Nessun cittadino di Eboli è affetto da coronavirus e si azzerano i casi di quarantena obbligatoria da contatto stretto di caso positivo”.  Lo rende noto il primo cittadino, Massimo Cariello, con un post su facebook.

Coronavirus ad Eboli: gli aggiornamenti quotidiani

“Resta ancora in osservazione il dato relativo ai cosiddetti viaggiatori, coloro che nelle scorse settimane sono arrivati in città da varie parti dell’Italia e del mondo e che hanno ancora l’obbligo di rispettare l’isolamento fiduciario. 14 le persone in isolamento domiciliare volontario.
Sempre operativi i volontari del progetto Nessuno resti solo e i ragazzi del Forum dei Giovani. Attivo il CAV, il Centro Anti Violenza di via Umberto Nobile, al Palazzo Massajoli.
Sempre in servizio anche i volontari di Croce Rossa Italiana e Protezione Civile, gli Ispettori Ambientali, l’associazione Libera Caccia e l’associazione Polizia di Stato. Resta obbligatorio l’utilizzo delle mascherine.
Le mascherine per adulti, inoltre, sono in distribuzione presso la sede del Nucleo comunale di Protezione Civile in località San Giovanni (lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 19.30 e il sabato dalle ore 16.30 alle ore 19.30) e presso la sede della Croce Rossa Italiana di Santa Cecilia, piazza F.lli Cianco (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.30 alle ore 19.00).
Per le donazioni: Comune di Eboli – Covid-19
Iban: IT47I0542404297000000001048
Causale: Eboli solidale art. 66 DL. 18/2020
L’aggiornamento dei dati, a partire da questa sera, avrà una cadenza settimanale, con la speranza di non dover comunicare più notizie negative. Confidiamo nella collaborazione di tutti i nostri concittadini, nel rispetto delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica e ricordiamo che sono vietati gli assembramenti”.

TAG