Coronavirus, muore 66enne di San Marzano sul Sarno: era ricoverato al Cotugno di Napoli

sanità ospedale

È morto un uomo di 66 anni di San Marzano sul Sarno. Contagiato dal coronavirus, il paziente (il primo in città) era stato ricoverato al Cotugno di Napoli

È morto un uomo di 66 anni di San Marzano sul Sarno. Contagiato dal coronavirus, il paziente (il primo in città) era stato ricoverato all’ospedale Cotugno di Napoli. La comunicazione del decesso è stata data dal sindaco di San Marzano, Cosimo Annunziata. La persona deceduta è Pasquale Grimaldi. Era stato riconosciuto positivo al coronavirus a seguito di accertamenti effettuati all’ospedale di Nocera Inferiore. A quel punto, aveva seguito le terapie farmacologiche e mediche previste. Nel corso di questi giorni le sue condizioni si erano aggravate, costringendo poi alla terapia intensiva presso l’ospedale napoletano. Salgono a 70 i morti in Campania.

Coronavirus, morto uomo di 66 anni di San Marzano sul Sarno

Il sindaco Annunziata, partecipando al lutto della famiglia Grimaldi, ha posto la bandiera del Comune a mezza asta. Ai commercianti è stato chiesto di tenere le saracinesche dei negozi abbassate a metà e alle famiglie di partecipare ad un momento di silenzio alle ore 15 di oggi, 25 marzo, con l’accensione di una candela.

Il commento del sindaco

“Comunico, con rammarico e profondo dolore, che all’ospedale Cotugno di Napoli, è deceduto il nostro concittadino Pasquale Grimaldi – ha scritto il primo cittadino su Facebook – A seguito di accertamenti all’ospedale di Nocera Inferiore, era stato riconosciuto positivo al coronavirus, e aveva seguito le terapie farmacologiche e mediche previste. Nel corso di questi giorni le sue condizioni si erano aggravate, costringendo poi alla terapia intensiva presso l’ospedale napoletano. È una giornata di lutto per tutta la nostra Comunità. Siamo vicini ai familiari a cui va il nostro sentito cordoglio e vicinanza. Sono convinto che i nostri concittadini condividano questo momento di dolore e comprendano ancora di più cosa significa attenersi scrupolosamente alle prescrizioni imposte per evitare il contagio. Ringraziamo il personale medico e paramedico che ha seguito il nostro concittadino e gli altri positivi al Covid-19 costantemente monitorati presso le loro residenze”.



Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG