Sarno, la revoca della cittadinanza a Mussolini passa in consiglio comunale

cittadinanza-onoraria-mussolini-sarno-errore-tecnico

Cittadinanza onoraria di Mussolini a Sarno: questa sera il consiglio comunale deciderà sulla revoca del provvedimento del 1923

Cittadinanza onoraria di Mussolini a Sarno: oggi, il consiglio comunale deciderà sulla revoca del provvedimento del 1923. La minoranza è pronta a lasciare l’aula.

Cittadinanza onoraria a Benito Mussolini: Sarno è pronta a revocare il provvedimento del ’23

Revocare la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini nel Comune di Sarno: questa è la decisione che da tempo è stata assunta dall’amministrazione comunale del sindaco Giuseppe Canfora.

Tale provvedimento però sarà trattato e deciso in via definitiva questa sera, in consiglio comunale. Nel mese di aprile, la giunta comunale aveva approvato la revoca della delibera risalente al lontano 23 maggio 1923. Tuttavia, la minoranza sembrerebbe intenzionata a uscire dall’aula consiliare al momento dell’atto di votazione.

La battaglia sulla cittadinanza a Mussolini

Il primo cittadino porta avanti questa battaglia da circa da tre anni ed intenzionato ad arrivare fino in fondo, dato che Sarno è anche la città di Giovanni Amendola, noto giornalista e scrittore morto dopo un’aggressione avvenuta nel 1925 e organizzata dallo squadrista Carlo Scorza. In seguito, nonostante le tante cure a cui si sottopose, morì nel 1926 per le conseguenze dei gravi traumi riportati. È considerato un simbolo della lotta contro il Fascismo.

TAG