Cronaca

De Luca indagato, la reazione: allarga le braccia e non risponde

Allarga le braccia e non risponde: questa è la reazione del governatore Vincenzo De Luca ai giornalisti che, a Salerno, gli hanno chiesto di commentare l’inchiesta della Procura di Napoli che, lo vede indagato. Secondo l’accusa, avrebbe favorito i suoi 4 autisti, dopo un banale incidente stradale che lo vide coinvolto tre anni fa. Falso e truffa sono le ipotesi di reato.

De Luca indagato, la reazione

De Luca, che sta partecipando, al Mediterranea Hotel, alla presentazione del progetto del Palazzetto dello Sport di Salerno, ha deciso di non rispondere alle domande dei gironalisti.

L’indagine

L’indagine, condotta dalla pm Ida Frongillo e coordinata dall’aggiunto Vincenzo Piscitelli ha permesso di appurare che, nel 2017, i quattro vigili/autisti del governatore campano, oggi ricandidato alle Elezioni Regionali del 20 e 21 settembre, sono stati trasferiti da Salerno a Napoli, ricevendo incarichi da addetti o responsabili di segreteria, pur non avendo nessuna qualifica per ricoprire tali incarichi

 

Articoli correlati

Back to top button