PoliticaSpeciale elezioni

Elezioni comunali 2020 ad Eboli: interviste ai candidati sindaco

Manca davvero poco al 20 e 21 settembre quando gli italiani saranno chiamati alle urne per esprimere le proprie preferenze. L’intero territorio nazionale sarà interessato dal Referendum costituzionale confermativo sul taglio dei parlamentari, saranno invece 7 i consigli regionali che andranno a rinnovo tra cui la Regione Campania e 1184 i Comuni.

Tra i Comuni al rinnovo in Provincia di Salerno anche la città di Eboli che torna alle urne dopo cinque anni di amministrazione Cariello per eleggere il nuovo consiglio comunale. Sono in tre i candidati in corsa per la carica di Primo Cittadino nella città di San Vito con 8 liste al centro della sfida elettorale.

Tenta la riconferma il Sindaco uscente Massimo Cariello con sei liste a supporto: Lista Alleanza Democratica per Eboli, Lista Ascolto cittadino, Lista Cresciamo Ancora, Lista Eboli, a testa alta, Lista Eboli al centro, Lista Eboli Popolare.

A sfidarlo i Candidati sindaco Donato Santimone con la Lista La Città del Sele ed Alfonso Del Vecchio con la lista Partito Comunista Italiano.

 

Intervista a Donato Santimone:

 

1)            Perché ti candidi?

Mi sono candidato perchè non avrei potuto fare altrimenti. Sono da sempre un appassionato di politica, quella vera, quella nata per  migliorare le condizioni di vita dei cittadini. Mi sono candidato perchè nella vita ho sempre lavorato e lavoro e lavorerò ancora per garantire un futuro dignitoso ai miei figli, ai miei nipoti e, ora più che mai, ai miei concittadini.

2)            Qual è il tuo punto di riferimento partitico a Carattere nazionale a cui ti ispiri?

Il centrosinistra.

3)            Da dove nascono il simbolo ed il nome della Lista?

Entrambi nascono da un lavoro partecipato e condiviso, durato circa due anni. Da due anni io e molti altri ci ritroviamo intorno ad un tavolo per discutere e confrontarci sui temi che riteniamo fondamentali per lo sviluppo della nostra città.

4)            Perché gli elettori dovrebbero votare la vostra lista?

Deve votarci chi sente l’urgenza di ridare una dignità a questa città. Deve votarci chi ha come priorità il ripristino della legalità e della meritocrazia. Deve votarci chi vuole contribuire a costruire una nuova città: la città del Sele.

5)            Quali credi siano i punti di forza della lista?

Il sentimento comune. La voglia di fare senza aspettare la provvidenza, almeno quella che abbiamo avuto modo di osservare in questi anni, cambi solo ed esclusivamente quello che fa più comodo, a loro si intende. Le nostre liste sono formate da cittadini che odiano l’indifferenza e gli indifferenti.

6)            Quanto è centrale il ruolo dei giovani all’interno del vostro programma elettorale?

I giovani sono il motivo per cui siamo qui. La mala politica ha negato loro il diritto al futuro. Questa politica ha il dovere di ridare loro ciò che gli appartiene.

7)            Quali sono i tre punti più importanti del vostro programma elettorale?

Politiche sociali e terzo settore, economia e lavoro, urbanistica e vivibilità sostenibile.

 

Intervista ad Alfonso del Vecchio:

1)            Perché ti candidi?

Eboli viene da anni bui e versa in una grave situazione. Candidarsi a Sindaco in un partito e non in un “gruppo elettorale” nato per caso che durerà il tempo della campagna elettorale e si dissolverà il 21 settembre è una cosa diversa. E’ impegno costante insieme alle compagne e ai compagni per provare realmente a cambiare lo stato delle cose. Il fatto che il mio partito abbia scelto me come candidato a Sindaco mi gratifica, sarei rimasto gratificato anche se avesse scelto un’altra persona perché l’importante è condividere il progetto e il percorso.

2)            Qual è il tuo punto di riferimento partitico a Carattere nazionale a cui ti ispiri?

Il Partito Comunista Italiano

3)            Da dove nascono il simbolo ed il nome della Lista?

Dalla storia del Partito Comunista Italiano

4)            Perché gli elettori dovrebbero votare la vostra lista?

Dovrebbe votare la nostra lista perché siamo l’unica lista di partito presente in questa competizione elettorale, perché la nostra lista è espressione del PC e rappresenta una scelta coraggiosa in un momento in cui il “civismo” la fa da padrona, facendo da scudo ad operazioni di trasformismo becero, perché il nostro programma è realizzabile e misurabile e proietta la nostra città in una dimensione che le è più congeniale.

5)          Quali credi siano i punti di forza della lista?

Il coraggio, l’entusiasmo, l’intraprendenza dei candidati oltre alla chiarezza del nostro progetto di città.

6)          Quanto è centrale il ruolo dei giovani all’interno del vostro programma elettorale?

Centralissimo. Basta scorrere la lista per accorgersi che gli “anziani” sono il contorno del piatto principale rappresentato dai giovani.

7) Quali sono i tre punti più importanti del vostro programma elettorale?

La città intelligente, l’ambiente e le strategie relative alle politiche dello sviluppo e giovanili

 


Il seguente articolo contiene le sole risposte pervenute alla redazione. Gli altri candidati hanno preferito non rispondere


 

Articoli correlati

Back to top button