Cronaca

Estorsione e usura a Cava de’ Tirreni: chiesta condanna di 26 anni agli Zullo

Estorsione e usura a Cava de’ Tirreni: chiesta condanna di 26 anni agli Zullo. Si tratta di Dante e Vincenzo. Nei guai anche Porpora.

Chiesta la condanna agli Zullo per estorsione ed usura a Cava

Nell’inchiesta legata all’estorsione e all’usura a Cava de’ Tirreni, sono stati chiesti 26 anni di condanna ai danni dei membri del clan Zullo.

Come riporta “Il Mattino”, il pg Giannelli ha chiesto le pene di primo grado per Dante e Vincenzo Zullo, ma anche per Vincenzo Porpora, considerato l’uomo più fidato del gruppo. Le vittime sarebbero state, nella fattispecie, imprenditori e commercianti del comune metelliano.

In particolare Porporaa è finito nei guai per essere diventato in poco tempo prima vittima e poi complice degli Zullo, dato che gestiva in passato una pescheria. I troppi debiti e prestiti, lo avrebbero indotto a prestare servizio presso il clan cavese.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button