Cronaca

Fisciano: parroco sequestrato e rapinato, 25enne albanese al processo

FISCIANO. Jakim Ardit, 25enne albanese, dovrà rispondere delle accuse di sequestro e rapina. Il giovane extracomunitario avrebbe preso in ostaggio, il 18 Dicembre 2015, don Antonio Pisani, parroco della chiesa di Sant’Anna. Secondo la ricostruzione degli inquirenti l’uomo avrebbe colpito con un grosso cacciavite il reggente alle spalle, per poi in seguito legarlo e trasportarlo all’interno. Una volta dentro avrebbe puntato la pistola in testa al parroco, intimandogli di consegnargli i suoi averi.

A condurre le indagini i carabinieri del Nucleo Investigativo di Salerno. Una volta liberatori il prete riuscì a scappare dalla finestra per poi chiedere aiuto ad alcuni amici del paese. Accompagnato in ospedale a causa degli ematomi dovuti alle violenze subite, denunciò l’accaduto alle forze dell’ordine. I militari ritrovarono una pistola sul tavolo e dopo aver analizzato l’arma in laboratorio riuscirono a risalire al 25enne albanese. Jakim ha diversi precedenti: in passato ha fatto parte di una banda di spietati rapinatori che ha terrorizzato il napoletano.

Articoli correlati

Back to top button