Cronaca

Furto sacrilego ad Acerno, rubate reliquie di San Donato

ACERNO. Furto sacrilego ad Acerno, ladri rubano le reliquie di San Donato.

La scorsa notte, le reliquie sono state trafugate dalla chiesa parrocchiale di Santa Maria degli Angeli. Le preziose reliquie sono conservate in un prezioso busto dorato esposto nella chiesa. L’intera busto è stato portato via dai ladri.

La scoperta è stata fatta questa mattina. Immediatamente avvertiti i carabinieri, che sono a caccia dei banditi. Il fatto è stato condannato dal sindaco di Acerno, Massimiliano Cuozzo. Enorme sgomento da parte della popolazione di Acerno, che da secoli venera San Donato come patrono del paese.


Le reliquie di San Donato

Le reliquie di San Donato sono arrivate in provincia di Salerno nel 1612, per mezzo del vescovo Barzellino. Nella comunità di Acerno si venera una reliquia del Capo di San Donato, come si rileva da documenti del secolo XVII esistenti in Arezzo.

La reliquia del Santo si conserva in un prezioso busto dorato esposto nella Chiesa parrocchiale di Santa Maria degli Angeli, mentre in processione viene portata l’immagine del Santo in busto argentato del XVIII secolo ed il 7 agosto di ogni anno, con la guida dell’Arcivescovo di Salerno, l’intero popolo acernese rende l’omaggio di fede e di devozione al suo Santo Patrono.


 

Articoli correlati

Back to top button