Giffoni Sei Casali, c’è l’ok del Comune per l’ampliamento del cimitero: approvato il Piano regolatore

Francesco-Munno-Sindaco-Giffoni-Sei-Casali

Il Consiglio comunale, presieduto dal sindaco di Giffoni Sei Casali, Francesco Munno, ha avuto modo di approvare il Piano per l'amplicamento del cimitero

Il consiglio comunale presieduto dal primo cittadino di Giffoni Sei Casali, Francesco Munnio, ha approvato ad unanimità il Piano regolatore correlato all’ampliamento del cimitero cittadino. Il Piano prevede l’ampliamento del civico cimitero di circa 1.800 mq, in aggiunta delle seguenti realizzazioni

Ampliamento del cimitero di Giffoni Sei Casali, i dati

  • 128 posti nei campi per inumerazione
  • 137 posti per le tombe
  • 12 posti per la costruzione di Cappelle
  • 106 posti per loculi
  • 688 posti a servizio delle cellette ossario

Il progetto prevede anche:

  • la dotazione di un servizio di videosorveglianza
  • l’istallazione di un impianto di diffusione sonora
  • la creazione di una nuova area parcheggio

Giffoni Sei Casali, Piano regolatore: le dichiarazioni di Vitolo e Munno

Il vicesindaco, Luigi Vitolo, ha avuto modo di annunciare in consiglio comunale che questo Piano ha la durata di 20 anni, inoltre, durante la seduta di martedì 30 luglio, dichiara quanto segue: «Questo strumento di riqualificazione comprende indicazioni tecniche relative la manutenzione dell’attuale area cimiteriale ed alla progettazione di nuove strutture, individuando percorsi e servizi adeguati alle persone con ridotta mobilità. Il PRC, – si evince dalle dichiarazioni del vicesindaco – individua la possibilità di espandersi nell’area posta a valle dell’attuale cimitero dove viene prevista la creazione di un nuovo asse viario posto in linea di continuità con l’attuale strada di accesso al cimitero».

Dichiara un gaudente sindaco, Francesco Munno: «Il Piano regolatore cimiteriale approvato dall’intera Assise comunale, maggioranza e da due consiglieri di minoranza, ha lo scopo di definire quali debbono essere gli interventi manutentivi ed integrativi e quali ampliamenti sono necessari per mettere la struttura cimiteriale a norma garantire così le esigenze di ricettività. Si tratta di un dispositivo di cui andare fieri perché pochi altri comuni ne sono dotati e che ridisegna il nuovo volto del civico cimitero. Desidero, infine, ringraziare i tecnici che hanno lavorato al progetto».

TAG