Cronaca

Fernanda, morta a 17 anni in un incidente a Positano: stretta sui mezzi a noleggio

Fernanda ha impattato con il suo scooter contro un monovolume adibito a noleggio

È ancora tanta la rabbia per la morte di Fernanda Marino. La 17enne ha perso la vita in un drammatico incidente a Positano, avvenuto lo scorso giovedì. Fernanda ha impattato con il suo scooter contro un monovolume adibito a noleggio con conducente che sopraggiungeva in un punto in cui la circolazione stradale era regolata da impianti semaforici a sensi di marcia alternati.

Fernanda Marino, morta a 17 anni in un incidente a Positano: ancora troppo dolore

E il giovane autista, accusato di essere transitato col rosso e per questo arrestato la scorsa sera al termine di una convulsa giornata di interrogatori, deposizioni e ricostruzioni, condotte dai carabinieri della stazione di Positano,  questa mattina – come scrive anche Il Mattino- dovrà comparire presso il tribunale di Salerno nel corso dell’udienza di convalida dell’arresto. Omicidio stradale è il reato che gli viene contestato con l’aggravante della positività al drug test, a cui è stato sottoposto come da protocollo, che avrebbe evidenziato la presenza di cannabinoidi nell’organismo.

Le indagini

Intanto oggi, oltre l’udienza di convalida dell’arresto a carico del 28enne autista originario di Pompei, il pubblico ministero titolare dell’inchiesta sul drammatico impatto di giovedì mattina verificatosi tra Tordigliano e Positano, potrebbe disporre la restituzione della salma di Fernanda ai familiari. Controlli a tappeto sono scattati su tutto il territorio della Costiera Amalfitana per scovare eventuali anomalie nella gestione dei servizi di noleggio con conducente.

Articoli correlati

Back to top button