Cronaca

I morosi delle multe spalle al muro: 4mila avvisi in arrivo a Salerno

Multe elevate e mai pagate, arriva la stangata. Alla ripresa di settembre sarà spedita a domicilio una pioggia di avvisi di riscossione. Brutte sorprese per gli automobilisti indisciplinati che dalla metà del 2014 sono incappati nelle varie infrazioni al codice della strada che non sono mai state saldate. Sono non meno di 4 mila gli avvisi di riscossione che saranno spediti dalla Soget ai salernitani. Nei giorni scorsi la Polizia Municipale ha provveduto a passare in rassegna le contravvenzioni insolute e il numero dei morosi potrebbe anche salire.

I NUMERI

Multe per divieto di sosta, parcheggio in doppia fila, ma anche contravvenzioni per superamento dei limiti di velocità rilevati dall’autovelox. Chi ha mancato l’appuntamento col pagamento delle multe per le infrazioni commesse alla guida sulle strade del capoluogo dovrà vedersela con una ondata di solleciti di pagamento.

A conclusione di operazioni di rilevazione delle sanzioni elevate dalla Polizia municipale, il Comune ha deciso di dare la caccia ai morosi del volante.

In esecuzione al contratto di riscossione coattiva dei tributi e delle entrate patrimoniali comunali, la società Soget, concessionaria del servizio, invierà da settembre a domicilio degli utenti morosi i solleciti di pagamento dei verbali elevati ai sensi del codice della Strada.

Negli anni scorsi era Equitalia l’ente di riscossione a cui l’amministrazione si affidava. L’ultima tranche di cartelle esattoriali risale a inizio anno quando furono oltre 5 mila le cartelle esattoriali emesse per contravvenzioni mai saldate relativamente all’ultimo periodo del 2013. Il 45% delle multe si riferiva a divieti di sosta non rispettati, seguono poi i verbali per accesso non consentito nella Ztl e le varie infrazioni commesse al volante.

Secondo la procedura standard, una volta commessa l’infrazione devono passare 60 giorni prima che la contravvenzione diventi esecutiva: trascorso questo periodo di tempo, la multa può essere presa in carico da un ente di riscossione.

E col pagamento delle multe potrebbe arrivare una positiva boccata d’ossigeno per le entrate comunali. Infatti, il 50% degli introiti effettivamente incassati dalle contravvenzioni sarà investito in opere e interventi legati alla sicurezza stradale.

Dalla tolleranza zero ai morosi del volante, ai pagamenti che invece stanno subendo una decisa accelerata grazie alla introduzione dello sconto. Da fine 2015 si è registrato infatti un boom di pagamenti nei primi cinque e persino tre giorni dalla contestazione del verbale. Risultato? Un trend positivo che fotografa un aumento dell’80% del saldo anticipato delle contravvenzioni.

Intanto l’anno che si avvia a conclusione sancirà sicuramente un aumento delle contravvenzioni elevate in città. L’introduzione dello Street control, che ha allagato in modo più capillare il controllo sulle soste selvagge sul territorio, congiuntamente all’impiego delle ganasce e il potenziamento delle telecamere della Zona a Traffico Limitato del centro storico, hanno determinato un aumento di almeno il 20% delle contravvenzioni elevate rispetto all’anno scorso.

I TEMPI

Il Comune nel 2017 ha registrato un ricavo derivante dalle contravvenzioni di almeno 3 milioni e 200 mila euro: il ricavato è stato impiegato per potenziamento della segnaletica stradale, per la manutenzione delle strade, per il comando dei vigili urbani e l’assunzione di personale stagionale.

Tra il 2016 e il 2017 si è registrata a Salerno una impennata di sanzione stradali: si è passati infatti dalle 65 mila multe per violazione del codice della strada comminate nel corso del 2016, alle 84 mila elevate nel corso del 2017, con un aumento di 19 mila multe.


Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button