Pagani, picchiato e minacciato di morte sotto casa: in tre a rischio processo

aggressione-san-cipriano-picentino-picchiato-sigarette

Fu picchiato e minacciato di morte sotto casa: tre persone rischiano ora il processo per tentata estorsione, lesioni aggravate e porto di arma da fuoco

Fu picchiato e minacciato di morte sotto casa: tre persone rischiano ora il processo per tentata estorsione, lesioni aggravate e porto di arma da fuoco in luogo pubblico. La Procura di Nocera Inferiore ha chiesto il rinvio a giudizio per tre indagati residenti a Pagani.

Pagani, picchiato e minacciato di morte sotto casa

I fatti risalgono a novembre del 2014: i tre aggressori avrebbero picchiato con violenza una quarta persona a Nocera, per avere da lui una somma in contanti di diecimila euro. Alla vittima, prima del pestaggio, fu recapitata anche una missiva contenente minacce di morte e riferimenti all’episodio precedente. Due mesi prima, invece, alcuni dei sospettati avrebbero tentato di investire l’uomo con un’autovettura. Poi arrivò il raid, consumato il 26 novembre di quell’anno, nell’androne di casa della vittima.

La denuncia

La vittima denunciò quanto accaduto ai carabinieri, raccontando anche gli episodi precedenti che aveva subito, come il tentato investimento e la lettera con dentro le minacce di morte. L’uomo riportò lesioni personali consistite in un trauma facciale con frattura del setto nasale ed ematomi vari, insieme ad escoriazioni e traumi alle ginocchia e al dito di una mano.

La procura contesta ai tre, alcuni dei quali hanno già diversi precedenti per altra tipologia di reati, l’aggravante di aver agito in gruppo e presso l’abitazione della vittima. E infine, anche del possesso di un’arma da fuoco, che serviva ad intimidire maggiormente il destinatario di quel messaggio.

TAG