Caos a Pagani, il nuovo sindaco Gambino era incandidabile

Pagani-sindaco-Gambino-incandidabile

Pagani, il nuovo sindaco Alberico Gambino era incandidabile. Si chiude la vicenda iniziata nel 2014 a carico del primo cittadino paganese

Alberico Gambino era incandidabile. A stabilirlo è stata la Corte di Cassazione. Tutto parte nel 2014 con una sentenza relativa all’incandidabilità dopo il primo turno disponibile dopo lo scioglimento dell’amministrazione comunale per infiltrazioni camorristiche. Cinque anni fa i giudici del Tribunale di Nocera Inferiore accolsero il ricorso presentato da Angelino Alfano all’ora ministero degli Interni.

Fu così disposta l’incandidabilità per l’ex sindaco e consigliere regionale, con decisione completamente indipendente rispetto alla sentenza del primo collegio della sezione penale, che aveva escluso la camorra e la relativa aggravante.

Gambino incandidabile, la decisione

L’incandidabilità di Alberico Gambino, eletto nuovamente sindaco di Pagani domenica sera, è stat confermata dalla Corte di Cassazione. Gambino infatti presentò ricorso nel 2015 dopo la decisione della Corte d’Appello di Salerno. Lo scorso 16 maggio è arrivata la nuova sentenza pubblicata ieri.

La sentenza

TAG