Cronaca

Pagani, truffa all’Inps: il consulente Santilli patteggia. Condannato a due anni

Pagani, truffa all’Inps: il consulente Gianluca Santilli alla fine ha deciso di patteggiare. È stato condannato a due anni. Ecco tutti i dettagli dell’inchiesta.

Due anni a Santilli per la truffa all’Inps

Gianluca Santilli, consulente del lavoro 41enne di Pagani, difeso dall’avvocato Vagito, ha patteggiato la pena e condannato a due anni. Lo riporta il quotidiano “Le Cronache”.

Fu coinvolto nella maxi truffa a danno di Inps e Agenzia delle Entrate. La posizione di Santilli è stata stralciata dalle restanti 80 ma per il sostituto procuratore Roberto Lenza, la figura di Gianluca Santilli è stata considerata al centro della maxi truffa esercitata sulle compensazioni fittizie e su conguagli per assegni di famiglia, malattia e maternità. L’inchiesta vede un danno di circa 2 milioni di euro.

Per Santilli, i capi d’imputazione sono diversi. Lo stesso 41enne fornì ai carabinieri diverse informazioni per comprendere il presunto meccanismo della truffa.

Spiegò, ad esempio, di aver caricato somme «sproporzionate rispetto al numero dei lavoratori assunti alle dipendenze delle ditte» per poi – all’insaputa della ditta – assumere fittiziamente gli operai sui quali avrebbe caricato arretrati di assegni per il nucleo familiare.

Le truffe sarebbero state consumate attraverso due studi di consulenza: quello a Pagani ed un secondo, in provincia di Benevento.

La posizione di Santilli è stata stralciata dalle altre: fu infatti l’unico a rinunciare al ricorso al Tribunale del Riesame, che annullò l’ordinanza per il secondo consulente coinvolto e i rappresentanti delle associazioni accusate di truffa. Per loro l’iter giudiziario procede separatamente.

Articoli correlati

Back to top button