Cronaca

Parrucchiera positiva a Mercato San Severino: caccia ai suoi contatti

È una parrucchiera la donna contagiata dal coronavirus a Mercato San Severino, ha 71 anni e abita in via Tommaso Sanseverino. Si chiama Rita Marra ed è stata la famiglia ad autorizzare la diffusione del nome per facilitare l’individuazione dei contatti. Lavora come parrucchiera a domicilio. Ha lasciato che il Comune diffondesse le sue generalità per trasparenza verso chiunque possa averla incontrata di recente, come riporta Francesco Ienco su La Città.

Parrucchiera contagiata dal coronavirus a Mercato San Severino

La 71enne aveva avuto la febbre ad inizio marzo. Sembrava una comune influenza visto che la temperatura, già dopo qualche giorno, era scesa. Lo stato febbrile, però, si è ripresentato intorno al 10 marzo. Era monitorata dal suo medico curante che, quando le condizioni si sono aggravate, le ha consigliato di chiamare il 118.



Gli operatori sanitari l’hanno soccorsa e trasportata all’ospedale “Gaetano Fucito” di Curteri, dove è stato allestito, contestualmente al triage, un percorso ad hoc per i pazienti sospettati di aver contratto il coronavirus.

Alla donna, valutato l’insorgere di una polmonite, è stato praticato il tampone, che ha dato esito positivo. In seguito è rimasta ricoverata nei locali del Fucito, in attesa di trasferimento all’ospedale “Ruggi” di Salerno per essere sottoposta alle cure necessarie, vista la gravità del quadro clinico.

La ricostruzione dei contatti

Il Comune si è attivato con l’Asl per ricostruire la catena di frequentazioni avute dalla 71enne nelle ultime settimane. Un’operazione non semplice per via del lavoro di parrucchiera che portava la donna ad essere costantemente in contatto con altre persone.

La quarantena per la sorella

La quarantena è inizialmente scattata solo per la sorella che vive con lei, ma l’ipotesi è che venga estesa ad altre persone. Il sindaco di Mercato San Severino, Antonio Somma, nel fornire il nominativo della contagiata sui canali social, ha invitato chiunque l’abbia anche solo incrociata nel periodo indicato a segnalarlo ad Asl o polizia municipale.

Il caso di coronavirus a Fisciano

Solo qualche giorno fa, il primo caso di coronavirus accertato nella vicina Fisciano (una donna delle pulizie che lavora all’ospedale di Sarno e all’Università di Salerno) aveva portato all’isolamento di 140 famiglie.

Articoli correlati

Back to top button