Pisciotta, chiude la biglietteria della stazione: in vista nuovi tagli

PISCIOTTA. In tutta la Regione Campania sono quattro le stazioni che saranno ridimensionate. Infatti, dopo la soppressione del presidio Polfer di Agropoli (vedi http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/nocera-inferiore-dice-addio-alla-stazione-polfer/), è arrivato anche il taglio alle biglietterie. Tra queste, c’è quella di Pisciotta, una delle più importanti del Cilento, che sarà sostituita dalle macchinette automatiche. Al momento già Omignano, Centola, Torre […]

PISCIOTTA. In tutta la Regione Campania sono quattro le stazioni che saranno ridimensionate. Infatti, dopo la soppressione del presidio Polfer di Agropoli (vedi http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/nocera-inferiore-dice-addio-alla-stazione-polfer/), è arrivato anche il taglio alle biglietterie. Tra queste, c’è quella di Pisciotta, una delle più importanti del Cilento, che sarà sostituita dalle macchinette automatiche. Al momento già Omignano, Centola, Torre Orsaia, Celle di Bulgheria e Policastro sono prive di biglietterie.

Il piano di ridimensionamento è stato presentato da Fs alla Regione Campania, che ora dovrà procedere alla sua approvazione. C’è, però, il rischio che nuove stazioni possano essere chiuse. Il primo taglio avvenne negli anni ’80-’90 quando in successione chiusero Albanella, Torchiara, Rutino, Velia, Caprioli, San Mauro La Bruca e Vibonati.

TAG