Cronaca

Pontecagnano, faceva prostituire la figlia 12enne: la madre «non la costringevo»

PONTECAGNANO. Vuole essere interrogata la 31enne di Pontecagnano che è finita dietro le sbarre lo scorso 31 gennaio con l’accusa di aver fatto prostituire la figlia 12enne, vendendola ad un 83enne. La madre dinanzi al Gip ha respinto ogni accusa, sostenendo di aver frainteso i fatti.

Come racconta il quotidiano Il Mattino, 12enne si è recata dal giudice  per chiedere giustizia. L’interrogatorio della donna potrebbe essere fissato ancor prima dell’incidente probatorio che la Procura ha richiesto per il prossimo 26 aprile. La 31enne resta per ora nel carcere di Ariano Irpino, con la piccola di 4 mesi.

La testimonianza della 12enne è il punto chiave dell’inchiesta, le sue parole saranno ascoltate dal Pm che dovrà poi decidere se i fatti sono veritieri. La Procura ha chiesto una perizia psicologica dell’adolescente per accertare eventuali disagi connessi o abusi subiti. La madre continua a sostenere di non aver costretto la 12enne a prostituirsi.

 

 

 

Articoli correlati

Back to top button