Cronaca

Praiano: donna travolta e uccisa da un’onda, sindaco a processo

e responsabilità del sindaco sono collegate al fatto che mancava il cartello che segnala il pericolo

Partirà il 17 giugno il processo per la morte della turista di Belluno, Mariangela Calligaro, travolta e uccisa da un’onda scogliera di Praiano il 2 gennaio 2018. Il sindaco di Praiano, Giovanni Di Martino, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di omicidio colposo. Secondo la Procura di Salerno la responsabilità del primo cittadino del paese costiero, in quanto tutore dell’incolumità pubblica, sarebbe legata all’assenza del cartello che avrebbe dovuto avvertire del pericolo i visitatori dell’accesso di via Terramare, in località La Praia.

Morì travolta da un’onda a Praiano, al via il processo

La donna perse la vita dopo essere stata risucchiata in mare da un’onda mentre passeggiava col marito e una coppia di amici in uno degli angoli più suggestivi di Praiano. Anche il marito finì in mare mentre l’altra donna riuscì ad aggrapparsi ad una boa. L’uomo rimasto sulla terraferma ha allertato i soccorritori. La guardia costiera di Amalfi recuperò il corpo della donna apparentemente privo di sensi, e il marito. Se il cartello fosse stato posizionato, come previsto per obbligo di legge, la comitiva di turisti non si sarebbe addentrata in quel tratto di strada e la donna sarebbe ancora in vita.

Articoli correlati

Back to top button