Salernitana, undici metri fatali contro il Pisa. Decisivo l'errore di Coda

Sul neutro di Gubbio la Salernitana viene eliminata ai calci di rigore. Il Pisa s’impone extra-time sfruttando l’errore al quinto penalty di Massimo Coda che colpisce il palo. I nerazzurri, quindi, ottengono il pass per il prossimo turno che li vedrà, a cavallo tra novembre e dicembre, affrontare il Torino di Sinisa Mihajlovic, vittoriosi ieri 4-1 nel derby con la Pro Vercelli. Granata in vantaggio dopo soli venti secondi con Donnarumma e freddati dall’ex Montella a tempo ormai scaduto nella ripresa dopo una gara controllata senza particolari affanni. Dopo i tempi supplementari, la lotteria dei rigori premia i toscani che sbagliano dagli undici metri solamente con Lupoli. Decisivi gli errori di Caccavallo e Coda per la truppa di Beppe Sannino.

PREVIEW – Terzo turno di Tim Cup, la Salernitana è costretta ad ospitare sul neutro del “Barbetti” di Gubbio il Pisa, a causa dell’indisponibilità dell’Arechi. Mister Sannino conferma il 4-4-2 di Benevento e compie solamente due cambi, con Laverone che rientra sull’out destro di difesa in luogo di Schiavi (out per un virus intestinale) e Odjer titolare su Busellato. Il ghanese aveva saltato la trasferta in terra sannita per una vecchia squalifica. 4-3-3, invece, per il Pisa che farà a meno dell’ex Eusepi. In porta Ujkani difenderà i pali. La retroguardia granata dovrà essere vigile su Varela, calciatore che lo scorso anno si è rivelato il protagonista principe della promozione dei nerazzurri.

PRIMO TEMPO – Dopo soli venti secondi, la Salernitana passa in vantaggio. Cross di Caccavallo dalla destra che pesca Alfredo Donnarumma, bravo ad incunearsi tra i difensori centrali del Pisa e ad insaccare in rete. La punta di Torre Annunziata non sbaglia e trafigge Ujkani. L’ex Teramo, di sicuro tra gli elementi più in forma, sfiora più volte il raddoppio. Prima colpendo la traversa (20′), poi sprecando da buona posizione, dopo aver saltato Crescenzi, il punto del 2-0. A poco meno dalla mezzora Moro viene ammonito e salterà il prossimo match di coppa dei granata, in quanto ha raggiunto il secondo giallo in due partite che fanno, inevitabilmente, scattare la sanzione. Il Pisa impegna Terracciano con una conclusione centrale di Colombatto deviata con i pugni dall’estremo difensore ex Catania. Granata dominanti nella prima frazione, nerazzurri raramente pericolosi.

SECONDO TEMPO – Confermati gli stessi ventidue dei primi quarantacinque minuti. Colonello, tecnico del Pisa, cambia qualcosa dopo un quarto d’ora, inserendo l’ex enfant-prodige Lupoli al posto di Colombatto. Anche Vitale salterà l’eventuale prossimo match di coppa della Salernitana, in quanto viene ammonito al sessantasettesimo. Per lui è il secondo giallo rimediato nella competizione tricolore. Esce Tuia ed entra Mantovani in casa granata. Girandola di cambi, con gli ingressi di Busellato e Montella in luogo dei compagni Moro e Varela. La Salernitana gestisce il risultato ma abbassa, mano a mano, il raggio d’azione con il Pisa che inizia ad avere più coraggio. Giallo anche per Odjer a cinque minuti dalla fine. Nei minuti di recupero Terracciano salva il risultato con un ottimo intervento sulla conclusione ravvicinata di Longhi. L’ex Sassuolo regala un brivido ai supporters di fede granata, prontamente stoppato dall’estremo difensore campano. Tuttavia, a pochi istanti dalla fine del match, il Pisa ottiene il pareggio. Azione convulsa in cui Montella deposita la sfera alle spalle del numero uno granata. La maledizione del goal dell’ex si concretizza al Barbetti. Valeri decreta la fine dell’ostilità e pertanto saranno necessari tempi supplementari ed inevitabilmente rigori per decretare il vincitore della gara tra campani e toscani.

TEMPI SUPPLEMENTARI – La fatica si fa sentire e nella prima frazione non vi sono particolari azioni da menzionare. Il Pisa sfiora il vantaggio con Lupoli che non riesce a siglare il goal del 2-1 a pochi passi da Terracciano. Dopo trenta minuti, saranno i rigori a decidere chi staccherà il pass per sfidare il Torino di Sinisa Mihajlovic.

RIGORI – Mannini e Vitale siglano i primi calci di rigore. Sbagliano, invece, nella seconda tornata, Lupoli e Caccavallo. Entrambi si fanno ipnotizzare dai portieri. Zito, Peralta, Donnarumma e Di Tacchio a segno. Al quinto penalty, Coda colpisce il palo mentre in precedenza Montella aveva spiazzato Terracciano. Pisa avanti, Salernitana out

TABELLINO 
SALERNITANA – PISA 1-1 (4-5 d.c.r)
SALERNITANA (4-4-2): 1 Terracciano; 27 Laverone, 4 Bernardini, 16 Tuia (67′ 13 Mantovani), 3 Vitale; 17 Caccavallo, 5 Moro (73′ 8 Busellato), 20 Odjer, 10 Zito; 9 Coda, 11 Donnarumma. In panchina: 22 Liverani, 24 Grillo, 30 Libertino, 28 Proto, 7 Cenaj, 12 Rosti. Allenatore: Beppe Sannino
PISA (4-3-3): 1 Ujkani; 2 Avogadri (110′ 24 Golubovic), 13 Crescenzi, 4 Lisuzzo, 3 Longhi; 8 Verna, 6 Di Tacchio, 14 Colombatto (60′ 29 Lupoli); 10 Varela (80′ Montella), 20 Peralta, 7 Mannini. In panchina: 22 Cardelli, 15 Del Fabro, 16 Micchi, 17 Salvi, 18 Makris, 26 Favale, 27 Sanseverino, 30 Fautario. Allenatore: Gianluca Colonnello

Arbitro: Valeri di Roma (Posado-De Pinto. IV ufficiale: Di Paolo)
Marcatori: 1′ pt Donnarumma (S), 93′ Montella (P)
Note: angoli: 3-5. Ammoniti: Moro (S), Vitale (S), Odjer (S), Mannini (P). Recupero: 0′ pt – 3′ st/ 0′ pts – 0′ sts

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button