Salerno, abusi sessuali su una paziente: il primario del Ruggi si difende

mattia-carbone

Presunti abusi sessuali su una paziente: il primario Mattia Carbone si difende: "È stata inequivocabilmente un’ecografia"

Presunti abusi sessuali su una paziente: Mattia Carbone, primario facente funzioni del reparto di Radiologia dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno si difende: “È stata inequivocabilmente un’ecografia, indagine diagnostica di stretta pertinenza e competenza del medico”.

Primario sospeso per abusi sessuali su paziente: “Solo un’ecografia”

Mattia Carbone è indagato dalla procura di Salerno per presunti abusi sessuali su una paziente, e destinatario di un provvedimento di sospensione dell’esercizio della professione medica, con interdizione di tutte le attività ad esso inerenti, per la durata di un anno. Il medico precisa per il tramite dei suoi legali, che l’esame in questione “è stata inequivocabilmente un’ecografia”.

Nella denuncia presentata dalla paziente e ora nelle mani della procura, invece, la vittima riferisce di aver sostenuto una mammografia. Sicuramente la questione sarà oggetto di ulteriori approfondimenti investigativi.

TAG