Senza categoria

Salerno, rabbia e commozione per la morte di Simone Colicino

SALERNO. Dolore a Salerno per la morte di Simone, meglio conosciuto come “O’biond”, il 39enne trovato senza vita nella giornata di domenica sulla spiaggia di Torrione.

Simone Colicino era tossicodipendente, molto noto nella zona orientale di Salerno. Migliaia i commenti sul web per l’ultimo saluto a Simone, sul cui decesso sono ancora in corso le indagini dei Carabinieri. Inizialmente si è pensato ad un’overdose ma non si esclude la pista di un attacco cardiaco anche se gli inquirenti stanno tentando di risalire allo spacciatore che avrebbe venduto la droga a “o’biond”.

Giunti sul posto, i soccorritori hanno provato a rianimare Simone ma per lui non c’era più nulla da fare: era già cianotico e privo di battito cardiaco.

Tanti i messaggi lasciati su Facebook per ricordare quel ragazzo che forse si nascondeva nella droga per sfuggire ai problemi della vita, quel ragazzo che tanto amava la Salernitana ma proprio non riusciva ad uscire dal tunnel in cui era caduto.
“Ogni volta che ti facevo un piacere mi dicevi sempre: ‘un giorno ricambierò’. Quando stavamo quasi sotto casa tua dicevi sempre ‘metti la freccia’. Oggi ti dico grazie per tutte le cose giuste che mi hai detto. Chi ti conosce bene sa Simone chi era Simone. Bió sei la STORIA. Credimi, non vederti più mi fa stare male. Tvb bió non riesco a non pensarti forse perché eri sempre in mezzo alle mie giornate o forse perché più di un amico eri un fratellone”. È solo uno dei tanti messaggi commoventi lasciati su Facebook da un amico di Simone.

Leggi anche: http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/muore-per-overdose-inutili-i-soccorsi/

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button