Sarno, imprenditore trovato in possesso di droga e armi: la condanna

tribunale

Si chiude in udienza preliminare, un’indagine concentrata su di un imprenditore di Sarno Aurelio Zuppetti, già condannato in un procedimento separato

Si chiude in udienza preliminare, con una sentenza di patteggiamento, due abbreviati e cinque non luoghi a procedere
un’indagine concentrata su di un imprenditore di Sarno, Aurelio Zuppetti, già condannato in un procedimento separato, al
collegio, con accuse di detenzione di sostanze stupefacenti e di una pistola, con munizionamento.

Imprenditore trovato in possesso di droga e armi

Aurelio Zuppetti, imprenditore di Sarno che si occupa della rivendita di auto, ha optato per il patteggiamento in continuazione una pena di 2 anni e 10 mesi. B.P, invece, è stata condannata ad un anno di reclusione con pena sospesa. Tuttavia, la donna è stata però assolta dalle accuse di droga, esclusione fatta per quella in concorso per possesso di arma da fuoco clandestina e ricettazione.

Infine, 2 anni per Francesco Zuppetti, assolto da tutte le accuse meno che per una.  Sentenza di non
luogo a procedere invece per altri cinque imputati, inizialmente accusati in concorso di un giro di spaccio di cocaina, hashish
e marijuana. Il giudice non ha ravvisato elementi concreti su quella specifica accusa.

Nel luglio del mese scorso, ci fu una svolta nell’inchiesta principale, quando i carabinieri trovarono 7 chili di cocaina, due di hashish e 50 grammi di marijuana nascosti in un pilone a Lavorate.

TAG