Senza categoria

Scafati commissariata, Casciello: «Città in macerie, rischio allontanamento della comunità dalla politica»

SCAFATI. A Scafati è arrivato il nuovo commissario prefettizio, Vittorio Saladino. Dopo quasi nove anni di era Aliberti, si chiude un ciclo. Dal mondo della politica scafatese, arrivano le prime reazioni. La giovane attivista di Act, ex candidata al consiglio regionale con Sinistra al Lavoro, ha espresso preoccupazione a riguardo.

«Con Aliberti fuori dai giochi a Scafati da oggi un commissario prefettizio guiderà la macchina amministrativa fino a nuove elezioni o al probabile scioglimento per infiltrazione mafiosa. Non abbiamo molto da festeggiare. Non è la politica ad aver mandato a casa Aliberti ma la magistratura e dopo tutti questi anni la città è in macerie» ha commentato Casiello.

«Ci aspettano mesi difficili per la città e la sospensione della ordinaria vita democratica è sempre un danno a svantaggio di tutte e di tutti. Bisognerebbe andare al voto prima possibile per permettere ai cittadini di decidere quali debbano essere i prossimi loro rappresentanti.

Speriamo solo, verso il prossimo appuntamento elettorale, di non assistere alle solite beghe da quartierino. Sono proprio quelle che rischiano di allontanare definitivamente la nostra comunità dalla politica» conclude la giovane attivista.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button