Cronaca

Studenti salernitani in piazza contro l’alternanza scuola-lavoro

Studenti salernitani in piazza contro l’alternanza scuola-lavoro


Giornata di protesta degli studenti di tutta Italia, con manifestazioni in decine di piazze, tra cui i grandi cortei di Roma, Milano.

Nel mirino delle proteste l’alternanza scuola-lavoro e la scuola di classe voluta dai Governi e dalla Confindustria. In prima linea nelle mobilitazioni anche a Salerno i ragazzi del Fronte della Gioventù Comunista (FGC), che rivendicano un salario e tutele per gli studenti in alternanza.

«Con l’alternanza scuola-lavoro le aziende ci guadagnano due volte; prima con la manodopera poi con la formazione dei futuri lavoratori anticipandola durante gli anni scolastici e non retribuendo nessuna delle due» ha dichiarato Antonio Genovese, responsabile provinciale di Salerno del Fronte della gioventù comunista.

«Tantissimi gli studenti che imparano già da adesso ad accettare un futuro lavorativo senza retribuzione, senza diritti e sotto costante ricatto. Qui non si tratta di poca voglia di lavorare , noi rivendichiamo il diritto al salario e un controllo studentesco sugli stage con commissioni paritetiche. E’ triste vedere che gli enti pubblici sfruttino gli studenti della propria città al posto di condannare i tagli alla spesa pubblica, anche le luci d’artista mostrano le contraddizioni più profonde di questo sistema e di questa classe politica»

«Questa giornata è solo l’inizio di una nuova stagione di lotte» ha concluso Genovese.«Lo Sato deve smettere di delegare il finanziamento delle scuole alle aziende ma occuparsene direttamente per poter garantire un istruzione pubblica,aperta a tutti e una didattica libera dalle logiche di profitto. La scuola è il trampolino di lancio del futuro degli studenti, non sarà il luogo dove impareremo impassibili a chinare la testa».


Fonte: salernonotizie

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button