Cronaca

Torturarono a morte un connazionale, condannati a 24 anni

SCAFATI. Condannati a 24 anni di carcere i fratelli magrebini Hamza Essabri, di 25 anni, e Imad Essabri, di 30. Lo riporta il quotidiano la Città di Salerno.

La vicenda delle torture

Torturarono fino alla morte il marocchino Mohammed Azzam. I giudici della Corte di Assise di Salerno (presidente Vincenzo Ferrara) hanno dato lettura del dispositivo nel tardo pomeriggio di ieri. In mattinata, invece, aveva preso la parola l’avvocato Alfonso Amato per la difesa. Una settimana fa era stato il pm Tania Amoruso della procura di Nocera Inferiore a chiedere l’ergastolo al termine della requisitoria. Per i giudici i fratelli Essabri sono colpevoli di omicidio. Ai due marocchini sono state concesse le attenuanti generiche.

Si chiude così, in primo grado, la vicenda giudiziaria sulla violenta morte di Azzam che aveva dato ospitalità in casa ai suoi aguzzini. Era il 23 febbraio di due anni fa quando la vittima fu trovata in fin di vita nel quartiere San Pietro di Scafati. Due giorni dopo il suo ricovero in ospedale, il 37enne morì. I fratelli Essambri si resero subito irreperibili. Con loro una terza persona. Le indagini hanno accertato che Azzam fu seviziato fino a causargli la morte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button