Cronaca

Autista morto travolto dall’autobus a Tramonti: oggi i funerali di Vincenzo Califano

Il 44enne di Castel San Giorgio è morto tragicamente

Si chiamava Vincenzo Califano l’autista morto schiacciato dal suo stesso autobus Tramonti. Un dramma consumatosi nel pomeriggio di ieri, venerdì 23 dicembre. Erano le 13.30 circa quando, nei pressi della rotonda di Chiunzi, un autobus di linea in sosta si è avviato da solo. In quel momento l’autista era allontanato dal posto di guida.

Il 44enne di Castel San Giorgio era sceso dal mezzo dalla porta per i passeggeri, pare per scambiarsi gli auguri con un collega di Maiori. Improvvisamente, l’autobus (a bordo c’era solo un passeggero), si è avviato verso la discesa, urtando la vettura che era ferma e travolgendo l’autista come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Tramonti, autista morto schiacciato dall’autobus: il dramma di Vincenzo Califano

Sulla vicenda indagano i carabinieri della locale stazione. Secondo la prima ricostruzione dei militari, il 44enne sarebbe stato investito in pieno. Un impatto che lo ha lasciato sull’asfalto, dove Vincenzo Califano ha perso la vita. L’uomo viene descritto come uno dei più esperti e coscienziosi driver della società di trasporto pubblico e da tempo lavorava sulla linea interna di Tramonti.

Sarebbe rimasto schiacciato sotto una delle ruote posteriori del pullman che dopo aver urtato l’utilitaria ha iniziato a zigzagare, finendo prima contro un muro, per poi terminare la sua corsa contro il muretto che costeggia la strada provinciale. Una scena sconcertante quella che si è presentata agli occhi delle persone sopraggiunte sul posto e dei soccorritori. Sotto shock il collega dell’autista rimasto vittima dell’incidente, così come una donna di Tramonti che si trovava a bordo dell’autobus.

Il cordoglio

Tantissimi i messaggi di cordoglio apparsi in queste ore sui social e non solo. In una nota, la Filt Cgil scrive: “Il tragico incidente che è costato la vita ad un lavoratore di Sita Sud ci pone di fronte all’ennesimo caso di morte sul lavoro, un evento inaccettabile e non degno di un paese civile, per il quale si esprime profondo dispiacere e sgomento. Si reputa inaccettabile che un giovane lavoratore possa morire mentre compie il proprio dovere, con una dinamica ancora in corso di accertamento”.

Castel San Giorgio è stato proclamato lutto cittadino dalla sindaca Paola Lanzara:

𝐋𝐮𝐭𝐭𝐨 𝐜𝐢𝐭𝐭𝐚𝐝𝐢𝐧𝐨 𝐚 𝐂𝐚𝐬𝐭𝐞𝐥 𝐒𝐚𝐧 𝐆𝐢𝐨𝐫𝐠𝐢𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐭𝐫𝐚𝐠𝐢𝐜𝐚 𝐦𝐨𝐫𝐭𝐞 𝐝𝐢 𝐕𝐢𝐧𝐜𝐞𝐧𝐳𝐨 𝐂𝐚𝐥𝐢𝐟𝐚𝐧𝐨, 𝐥’𝐚𝐮𝐭𝐢𝐬𝐭𝐚 𝐒𝐢𝐭𝐚 𝐫𝐢𝐦𝐚𝐬𝐭𝐨 𝐯𝐢𝐭𝐭𝐢𝐦𝐚 𝐝𝐢 𝐮𝐧𝐚 𝐭𝐫𝐚𝐠𝐢𝐜𝐚 𝐟𝐚𝐭𝐚𝐥𝐢𝐭𝐚̀. Sabato 24 dicembre, giorno dei funerali, il sindaco Paola Lanzara ha proclamato il lutto. 𝑆𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑠𝑐𝑜𝑛𝑣𝑜𝑙𝑡𝑖 𝑑𝑎 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡’𝑢𝑙𝑡𝑖𝑚𝑎 𝑡𝑟𝑎𝑔𝑖𝑐𝑎 𝑓𝑎𝑡𝑎𝑙𝑖𝑡𝑎̀ 𝑐ℎ𝑒 𝑠𝑖 𝑒̀ 𝑎𝑏𝑏𝑎𝑡𝑡𝑢𝑡𝑎 𝑠𝑢𝑙𝑙𝑎 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑎 𝑐𝑜𝑚𝑢𝑛𝑖𝑡𝑎̀ 𝑒 𝑐ℎ𝑒 ℎ𝑎 𝑓𝑢𝑛𝑒𝑠𝑡𝑎𝑡𝑜 𝑢𝑛𝑎 𝑏𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑓𝑎𝑚𝑖𝑔𝑙𝑖𝑎, 𝑖𝑛 𝑢𝑛 𝑝𝑒𝑟𝑖𝑜𝑑𝑜 𝑐ℎ𝑒 𝑑𝑜𝑣𝑟𝑒𝑏𝑏𝑒 𝑒𝑠𝑠𝑒𝑟𝑒 𝑑𝑖 𝑔𝑖𝑜𝑖𝑎 𝑒 𝑑𝑖 𝑓𝑒𝑠𝑡𝑎. 𝐶𝑖 𝑠𝑡𝑟𝑖𝑛𝑔𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑓𝑎𝑚𝑖𝑔𝑙𝑖𝑎 𝑑𝑒𝑙 𝑝𝑜𝑣𝑒𝑟𝑜 𝑉𝑖𝑛𝑐𝑒𝑛𝑧𝑜 𝐶𝑎𝑙𝑖𝑓𝑎𝑛𝑜, 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑚𝑜𝑔𝑙𝑖𝑒, 𝑎𝑖 𝑓𝑖𝑔𝑙𝑖, 𝑎 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑖 𝑖 𝑠𝑢𝑜𝑖 𝑓𝑎𝑚𝑖𝑙𝑖𝑎𝑟𝑖. 𝐼𝑛 𝑠𝑒𝑔𝑛𝑜 𝑑𝑖 𝑝𝑟𝑜𝑓𝑜𝑛𝑑𝑜 𝑟𝑖𝑠𝑝𝑒𝑡𝑡𝑜 𝑝𝑒𝑟 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑜 𝑔𝑖𝑜𝑣𝑎𝑛𝑒 𝑐𝑜𝑛𝑐𝑖𝑡𝑡𝑎𝑑𝑖𝑛𝑜 𝑚𝑜𝑟𝑡𝑜 𝑖𝑛 𝑚𝑎𝑛𝑖𝑒𝑟𝑎 𝑡𝑟𝑎𝑔𝑖𝑐𝑎 𝑚𝑒𝑛𝑡𝑟𝑒 𝑒𝑟𝑎 𝑎 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜, 𝑝𝑒𝑟 𝑑𝑜𝑚𝑎𝑛𝑖 𝑎𝑏𝑏𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑝𝑟𝑜𝑐𝑙𝑎𝑚𝑎𝑡𝑜 𝑖𝑙 𝑙𝑢𝑡𝑡𝑜 𝑐𝑖𝑡𝑡𝑎𝑑𝑖𝑛𝑜 𝑒 𝑎𝑛𝑛𝑢𝑙𝑙𝑎𝑡𝑜 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑖 𝑔𝑙𝑖 𝑒𝑣𝑒𝑛𝑡𝑖 𝑛𝑎𝑡𝑎𝑙𝑖𝑧𝑖.

È il nostro modo per partecipare a questa enorme tragedia che ci colpisce nel profondo. Solo la fede, in questo momento di dolore e di sconforto, può sorreggerci ed indicarci la luce alla fine del tunnel. Vincenzo Califano era un uomo buono, un padre esemplare, un marito innamorato e devoto, era anche molto legato al suo paese, impegnato nel sociale e nelle attività dell’associazione San Michele Arcangelo. Una grande perdita per tutti noi. Sicuramente un Natale triste per Castel San Giorgio.

I funerali di Vincenzo Califano

Saranno celebrati alle 15.30 di oggi, sabato 24 dicembre, i funerali di Vincenzo Califano. Le esequie avranno luogo presso la chiesa di San Biagio in Lanzara di Castel San Giorgio.

Articoli correlati

Back to top button