Trattamenti estetici: il trucco semipermanente

trucco semipermanente

Da qualche tempo è nato un trattamento che consente di curare imperfezioni ed inestetismi. Si parla di trucco semipermanente. Ecco di cosa si tratta

Una criticità nota a tutte le donne che, per curare il proprio aspetto estetico, sono costrette ogni mattina a sottoporsi ad interminabili sedute di make up con i cosmetici tradizionali. L’ incombenza  si è rafforzata con il passare degli anni, con le donne sempre più ad occupare ruoli anche importanti dal punto di vista lavorativo e la simultanea necessità di essere sempre al topo del proprio aspetto estetico.

Da qualche tempo è nato un trattamento che consente di curare imperfezioni ed inestetismi, in sostanza di avere un trucco sempre al top senza dover essere ritoccato. Si parla di trucco semipermanente, rimedio che consente di lasciare da parte i tradizionali trucchi cosmetici.

Cos’è il trucco semipermanente

Per trucco semipermanente si intende il trattamento estetico che prevede uso di un dispositivo che va a creare minuscoli fori sotto la cute attraverso i quali viene iniettato un pigmento di colore. Il trattamento prevede l’utilizzo di prodotti esclusivamente organici e naturali.

Per la sua effettuazione sono necessarie non meno di 4 ore e si tratta di un procedimento non doloroso. Nel corso delle operazioni, si può avvertire un fastidio leggero la cui entità va a dipendere da fattori come la zona del corpo interessata, la soglia del dolore della persona sottoposta al trattamento e, in particolare, il grado di abilità del professionista cui ci si affida.

Occorre prestare particolare attenzione in quanto i pigmenti iniettati non possono essere rimossi una volta terminato il trattamento. Inoltre sono presenti rischi relativi a granulomi e cheloidi: i primi sono conseguenza dell’accumulo di leucociti intorno ai pigmenti derivante dal fatto che l’organismo li considera alla stregua di elementi estranei, scatenando una risposta infiammatoria locale; mentre i secondi sono formazioni composte da tessuto cicatriziale, la cui insorgenza dipende dal trauma subito dalla pelle durante il trattamento.

Quanto dura il trucco semipermanente?

Il trucco semipermanente può essere utilizzato per la zona occhi, sopracciglia e bocca: per quanto riguarda la durata del trattamento, essa varia solitamente dai 4 agli 8 anni e dipende da alcuni fattori. In particolare possono influire su di essa il colore del pigmento scelto e la qualità dei prodotti usati.

Vanno poi ad incidere l’esposizione al sole, che è sconsigliata, oltre che il modo in cui le cellule della pelle vanno a rigenerarsi. Si può anche cercare di prolungarne l’effetto dando vita a sedute di mantenimento, ipotesi consigliata per chi vuole un make up sempre vivo e brillante.

TAG