Cronaca

Voleva aprire il primo supermercato h24 a Salerno. Ora rischia il processo

SARNO. Arriva la richiesta di processo per estorsione per Ferdinando Corrado, imprenditore sarnese che a Salerno voleva aprire il primo supermercato h24.

Fu arrestato, nel febbraio del 2012: era stato accusato di aver messo in piedi una rete di prestanome per avviare attività commerciali riciclando i soldi della camorra. Nei suoi confronti la Procura ha formulato una nuova richiesta di rinvio a giudizio con l’accusa di estorsione, perché avrebbe costretto con le minacce due persone a intestarsi una società di prodotti alimentari di cui restava in realtà l’unico gestore.

Lo avrebbe fatto per sfuggire alle misure di prevenzione disposte dall’autorità giudiziaria, che prevedevano confische patrimoniali oltre a restrizioni della libertà personale. Corrado avrebbe infatti fatto leva sulla sua parentela con il boss Aniello Serino detto ’o pope, di cui è nipote.

Ha agito, scrivono gli inquirenti, «con la minaccia implicita di avvalersi dei suoi rapporti, anche di natura familiare, con ambienti criminali dell’Agro nocerino sarnese».

L’udienza preliminare si terrà a metà febbraio.

Fonte: puntoagro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto