Abusi edilizi a Camerota: ordine di demolizione per case non a norma

abusi-edilizi-camerota-ordine-demolizione-case

Abusi edilizi a Camerota: scatta l'ordine di demolizione per alcune case munite di garage e piscine ma che non risultano a norma

Abusi edilizi a Camerota: scatta l’ordine di demolizione per alcune case munite di garage e piscine ma che non risultano a norma.

Ordine di demolizione per le case abusive a Camerota

Un altro caso di abusi edilizi nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Monti Alburni: a Camerota, i carabinieri del comando di stazione di Marina di Camerota, hanno accertato l’esecuzione di interventi senza il necessario nulla osta del Parco su aree rientranti nella sua perimetrazione.

In particolare erano stati realizzati due manufatti adibiti a civile abitazione (uno di 6,45 metri per 7,40; l’altro di 1,7 metri per 10 e costituito da più piani), un manufatto adibito a deposito (8,80 per 6,60 metri) e infine una piscina di 8,70 metri per 4,10.

Il tutto è stato costruito in area D del Parco (zona urbana o urbanizzabile) e in zona speciale di protezione (ZPS Costara Marina di Camerota e Policastro Bussentino). Di qui l’ordine di demolizione delle opere abusive e ripristino dello stato dei luoghi da parte del direttore del Parco, Romano Gregorio.

Il provvedimento dovrà essere eseguito entro 90 giorni; in caso contrario l’Ente procederà in danno. Entro 60 giorni, invece, gli autori degli abusi potranno contestare il provvedimento al Tar.

TAG