Cronaca

Sant’Egidio del Monte Albino, 46enne a giudizio per abusi su una minore

Caso di abusi sessuali Sant’Egidio del Monte Albino. Protagonista un 46enne di Angri, rinviato a giudizio dal tribunale di Nocera Inferiore, per quanto sarebbe accaduto nel 2015.

Abusi sessuali Sant’Egidio del Monte Albino, il caso

Come scrive Il Mattino, la presunta vittima è una minorenne, all’epoca dei fatti neanche quattordicenne. La piccola avrebbe subito più volte, ed in diverse circostanze, abusi da parte dell’uomo. La procura, prima di chiedere il giudizio per l’indagato, aveva ottenuto la celebrazione di un incidente probatorio per verbalizzare la testimonianza della minore, per poi utilizzare quegli stessi elementi in dibattimento.

Il racconto della piccola aveva fatto chiarezza sui singoli episodi di violenza dei quali l’uomo si sarebbe reso responsabile, tutti avvenuti nel comune di Sant’Egidio del Monte Albino. In tempi diversi, la piccola avrebbe subito violenze di tipo sessuale, ma anche costretta a soddisfare alcune richieste dell’uomo.

I racconti

In un caso, sarebbe stata afferrata per mano e condotta in un casolare abbandonato. La persona in sua compagnia le avrebbe poi tolto il cellulare da tasca e chiuso la porta, per abusare di lei, dopo averla parzialmente spogliata. Per due volte, invece, i due si sarebbero trovati insieme in un ascensore.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button