Cronaca

Battipaglia, conferimento rifiuti allo Stir: chiesto il rispetto dell’accordo

BATTIPAGLIA. Disagi per i cittadini battipagliesi per la gestione dello Stir, l’impianto per il trattamento dei rifiuti, della zona industriale. Caos all’ingresso dell’impianto con i camion, provenienti da diversi comuni della provincia di Salerno, costretti ad attendere e a provocare code che invadono la strada di passaggio. «Colpa della programmazione sbagliata dell’attuale gestione – tuona il segretario del Pd Davide Bruno -». Dito puntato contro la società provinciale EcoAmbiente e i suoi vertici che non avrebbero rispettato le procedure per evitare disagi.

«La vicenda legata all’ex Cdr – continua Bruno -, ripropone anche altre questioni relative al rispetto del protocollo d’intesa tra comune di Battipaglia, regione Campania ed ex commissariato dei rifiuti.

Proprio per questo come segretario del Partito Democratico di Battipaglia chiedo il rispetto di quell’accordo, spesso disatteso e l’ampliamento dei sistemi dei controlli. Infatti, nel protocollo d’intesa è previsto la priorità di conferimento per i comuni limitrofi, l’adeguamento e la manutenzione della viabilità, la realizzazione di una seconda uscita autostradale dedicata e propongo ad un’integrazione del protocollo d’intesa, una parte del ristoro economico variabile in base all’aumento del conferimento, la costituzione di un comitato di controllo permanente formato da Arpac, Asl, dirigenti dell’impianto Stir, rappresentati del comune di Battipaglia e associazione ambientaliste per monitorare i flussi di conferimento all’impianto e discutere delle segnalazioni dei cittadini.

La tutela dell’ambiente non rappresenta solo un valore a se, ma anche un fattore determinante per la qualità della vita e la salute dei cittadini e di rilancio territoriale».

Articoli correlati

Back to top button