Cronaca

Eboli, ecco il”sistema Cariello”: concorso manipolato per favorire le figlie di 2 dipendenti

Eboli, ecco il”sistema Cariello“: concorso truccato per favorire le figlie di 2 dipendenti, che erano tra i partecipanti alle prove selettive per due posti di educatori di asilo nido. In cambio il sindaco promise ai commissari, due dipendenti comunali, che le prossime decisioni, per il futuro organigramma del Comune, sarebbero state a loro favorevoli.

Eboli, concorso truccato per ordine di Cariello

Emergono nuovi dettagli dall’inchiesta sul neo eletto sindaco di Eboli, Massimo Cariello: tra le varie intercettazioni, sono venute fuori conversazioni tra Massimo Cariello, Vincenzo D’Ambrosio e Annamaria Sasso, entrambi componenti della commissione esaminatrice nel concorso, indetto dal Comune, per la copertura a tempo indeterminato di due posti di educatori di asilo nido.

L’obiettivo era favorire le figlie di 2 dipendenti

Nelle conversazioni il sindaco indicava espressamente ai due commissari l’ordine dei nominativi, per la compilazione della graduatoria finale. In cambio di questo “favore”, i due commissari sarebbero stati a loro volta agevolati per quello che sarebbe stato il futuro organigramma del Comune.

Le vincitrici

A beneficiare dell’intervento di Cariello furono Mariacristina Aragona e Maria Rosaria Scarpa, la figlia del responsabile dello staff del sindaco e del settore Progetti innovativi del Comune di Eboli, in servizio fino al 2017. Mariacristina Aragona, invece, è la figlia dell’attuale usciere del comune di Eboli e autista personale del sindaco Massimo Cariello.

Graduatoria finale truccata

Il volere del sindaco fu rispettato, Maria Rosaria Scarpa arrivò al secondo posto della graduatoria, mentre Maria Cristina Aragona si collocò al quinto posto. Una posizione che non le dava la possibilità di una immediata assunzione, che invece sarebbe potuta essere effettuata in seguito, grazie allo scorrimento della graduatoria per la copertura di posti vacanti.

Articoli correlati

Back to top button